CHIUDI
CHIUDI

19.01.2019

Un Fenoglio
da applausi
apre il Festival

Lo spettacolo «Una questione privata» (foto Madinelli)
Lo spettacolo «Una questione privata» (foto Madinelli)

Ieri sera è stato applaudito ad Arbizzano da un folto numero di persone, oltre una sessantina, lo spettacolo di narrazione con musica «Una questione privata» nato da un’idea di Manuela Pollicino e liberamente ispirato al romanzo omonimo di Beppe Fenoglio.

 

Molto partecipato e apprezzato l’appuntamento nella sala civica polifunzionale a villa Albertini, ha fatto partire alla grande il «Festival d’inverno e primavera» promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune e dall’Utl (Università del tempo libero) di Negrar. La voce narrante di Margherita Sciarretta è stata accompagnata alla chitarra e al sintetizzatore da Alberto Brignoli.

 

Il romanzo «Una questione privata» di Fenoglio fu pubblicato incompiuto e postumo nel 1963 ed è uno spaccato di storia, ovvero la guerra partigiana negli anni del secondo conflitto mondiale. Ma non solo. «Il racconto inizia con i giovani partigiani Milton e Ivan che camminano su una strada sterrata», spiega Pollicino. «Milton, a un certo punto, vede in lontananza la villa della sua amata Fulvia e decide di muoversi in quella direzione, incurante di uscire allo scoperto. Il filo conduttore del racconto è il ricordo, la bellezza degli anni giovanili, l’alchimia dell’amore tra i giovani che si troveranno troppo in fretta catapultati in una realtà drammatica, la guerra, la quale non guarda in faccia i sentimenti ma li strappa via. Il giovane Milton» continua,  «è un ragazzo che insegue i suoi sogni, solitario come tanti ragazzi di oggi, amante della letteratura e della musica inglese, che si trova a dover vivere una vita non sua». In pratica, conclude la curatrice dell’evento, «la questione privata è la questione di tutti noi, quando ci troviamo a rincorrere il nostro passato che ci appare sfuocato. Corri, corri, e punti diritto lì, da dove ogni cosa ha avuto inizio».

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1