CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.03.2018

Un Carroccio «pigliatutto» Pentastellati a due velocità

Barbara Setti del Movimento 5 Stelle
Barbara Setti del Movimento 5 Stelle

A Bussolengo arrivano indicazioni per il voto delle comunali di maggio e giugno dopo l’exploit di Lega e Cinquestelle. La Lega è verso il 30 per cento; segue il M5S col 23 per cento, quasi il 24 per cento al Senato; terzo il Pd col 12 per cento circa. Forza Italia arriva all’11,79 per cento al Senato; Fratelli d’Italia al 4,50 per cento con 522 voti alla Camera. «Questo risultato», commenta Silvio Salizzoni, segretario della Lega, «premia sia il lavoro di Salvini e in parte quello dei militanti sul territorio. A Bussolengo la Lega è il primo partito. Si dovrà partire da qui per le prossime comunali». Barbara Setti, battagliera consigliera dei Cinquestelle, è soddisfatta, ma fortemente critica verso la Lega: «Molti di quelli che hanno votato Lega sul nazionale non hanno collegato il fatto appena successo in Regione: la politica leghista di forte ridimensionamento della sanità pubblica rispetto a quella privata nel nostro territorio, come insegna la triste vicenda del ridimensionamento dell’ospedale Orlandi». Stefano Ceschi del Pd distingue: «Visto il dato nazionale, c'è una tenuta della coalizione di centrosinistra a Bussolengo con il 15,41 per cento, corrispondenti a 1.786 voti». Giovanni Amantia di Forza Italia precisa: «Questo risultato è un buon viatico per le comunali». E Stefano Bottura di Fratelli d’Italia conclude con un motivo: «Guardando alle comunali, aspettavamo questi dati per confermare l’asse con la Lega e Forza Italia che andranno uniti». A PESCANTINA. Anche a Pescantina la Lega pigliatutto arriva al 34 per cento con 3.285 voti alla Camera. Con molta probabilità ha giocato a suo favore il problema dei richiedenti asilo a Villa Vezza, esploso quest’estate con l’arrivo di 23 profughi, una scelta molto contestata. Cinquestelle tra il 25 e il 26 per cento. Sottolinea il segretario Davide Pedrotti: «Gli elettori hanno premiato candidati con un ottimo profilo personale, tra tutti il senatore Paolo Tosato. Un’occasione per testare il peso del partito a livello locale». Non passa Paola Zanolli, candidata di casa, nel collegio di San Bonifacio. E commenta: «I 1.798 voti della coalizione, pur nel quadro della sconfitta del centrosinistra, segnano un risultato positivo per Pescantina. Mentre il centrosinistra a livello nazionale perde, a Pescantina tiene e tiene la coalizione rispetto alle elezioni ’13, guadagnando qualche voto. Non altrettanto fanno M5S che passano da quasi il 30 per cento del 2013 a poco più del 25 in una tornata elettorale che vede a livello nazionale il grande balzo dal 25,55 del 2013 al 32 odierno, esprimendo anch’essi un candidato che abita a Pescantina e parlamentare uscente». Francesca Businarolo, riconfermata per il M5S risponde secca: «Siamo contentissimi del risultato nazionale e davanti anni luce rispetto al Pd, partito di governo a Pescantina». A NEGRAR. Conferma la tendenza oltre il 30 per cento la Lega a Negrar e trascina la coalizione di centrodestra guidata da Paolo Paternoster al 48,52, con 5.074 voti. Al secondo posto la coalizione di centrosinistra guidata da Paola Zanolli con 2.323 voti e un buon 22,21. Terza, Gloria Testoni del Movimento 5 Stelle. •

Lino Cattabianchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1