CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.05.2017

Tempo di Cantine aperte
tra calici di vino e cultura

Visitatori in un’edizione di Cantine aperte FOTO PECORA
Visitatori in un’edizione di Cantine aperte FOTO PECORA

Ultimo weekend di maggio torna, come ormai tradizione, l’atteso appuntamento di primavera per i wine lovers con le Cantine aperte, sabato 27 e domenica 28 maggio, evento organizzato dall’associazione Movimento Turismo del Vino, che quest’anno compie 25 anni di attività. Nata nel 1993, l’associazione MTV conta oltre mille soci in tutta Italia, proponendo eventi che ormai sono nella storia, come Calici di Stelle, Cantine aperte in Vendemmia o Natale in Cantina. Non solo degustazioni dei prestigiosi vini, con visite guidate alle cantine o passeggiate tra i vigneti, ma soprattutto accoglienza agli enoturisti, per la rivalutazione dei suggestivi territori dove i vini vengono prodotti, per trasmettere la cultura del vino da parte di personale preparato. Il motto dell’associazione, infatti, «vedi cosa bevi» ben sintetizza questo aspetto dell’evento. Ogni cantina propone programmi ed orari di visita, con itinerari ed iniziative diverse, talune aperte soltanto la domenica, quindi è consigliabile controllare gli ultimi aggiornamenti in tempo reale dei programmi delle singole aziende nelle pagine facebook e twitter (#CantineAperte2017 #CantineAperte25#mtvveneto).

La Cantina Zeni di Bardolino, domenica 28 propone un nuovo progetto enosensoriale Galleria olfattiva, oltre alle speciali degustazioni con abbinamento finger food (gradita la prenotazione allo 045.6210087). A Ca’ Rugate di Montecchia di Crosara (solo domenica dalle 10 alle 18,30, tel. 045.6176328) oltre alla cantina sarà possibile visitare l’Enomuseo e partecipare al tour tra i vigneti col trenino. Alla Cantina Corte Mainente di Soave (tel. 045.7680303) al costo di 5 euro, compreso il bicchiere, la degustazione di sei vini. In Valpolicella molte sono le proposte. L’azienda agricola Flatio di Fraccaroli Flavio, che si è distinta nell’ultima Festa dei Vini Classici del primo maggio a Pedemonte, offre due giornate a contatto con la campagna e chi la lavora e con i suoi prodotti; alle ore 11, 14 e 17 con prenotazione obbligatoria (al 346.0138025), verrà effettuato un laboratorio tenuto dal titolare dedicato all’Amarone e alla sua evoluzione, degustando due campioni; presente in entrambe le giornate una produttrice di formaggi. Aperta domenica la cantina di Boscaini Carlo con le degustazioni dei sei vini prodotti, visita ai locali di appassimento e invecchiamento ed assaggi di risotto all’amarone (a mezzogiorno) e assaggi con possibilità di acquisto di caramelle all’amarone Tidò e salumi locali. Cesari Fine Wines di Cavaion (domenica dalle 10 alle 18) ha in programma 25 Sfumature Divine, cinque luoghi all’interno della cantina con 5 sfumature d’arte; in degustazione, oltre ai vini tipici della Valpolicella, anche Franciacorta e Lugana Cento Filari (prenotazione allo 045.6260928, costo 10 euro). Dindo Giovanni di Fumane (il 28 maggio dalle 10.30 alle 18.30) spiegherà i segreti dei procedimenti per l’affinamento e la vinificazione, con l’assaggio del Valpolicella Classico 2016, annata eccezionale; è possibile anche mangiare (telefono 340.6058732). Anche la cantina di Negrar, F.lli Recchia sarà aperta solo domenica dalle 10 alle 18, dove sarà possibile il biking in vigna (tel. 045.7500584). Dai F.lli Vogadori focus sul terroir della Valpolicella e l’Amarone, con visita alla bottaia dove viene affinato il Fogarol (prenotazione al 328.9417228, possibile anche il pernottamento per il weekend di due giorni). Villa Canestrari, dalle 10 alle 18, apre le porte del Museo del Vino ad Illasi, proponendo un viaggio dei sensi, guidati dall’enologo Luigi Andreoli (alle 11, 14, 15 e 16) alla scoperta di cinque aromi dei vini rossi e altrettanti dei vini bianchi, dei sentori presenti nel vino e risolvere un test per ricevere in omaggio una bottiglia di Tanbè Bianco (gradita la prenotazione al 340.9284302, visite e degustazioni esclusivamente al Museo del Vino in Via Castello 20 ad Illasi; costo 5 euro).

E ancora sono aperte le cantine Massimago 1883 di Mezzane di Sotto, Tommasi di Pedemonte, l’Azienda Agricola Accordini Stefano a Cavalo di Fumane, Trabucchi d’Illasi, Santa Sofia di S. Pietro in Cariano, Zenato di Peschiera, Brigaldara di Verona, Lavarini Massimo di Negrar, Tenuta la Cà di Bardolino, Villa Crine di S. Pietro in Cariano, Monteci Viticoltori di Pescantina, Tenute Salvaterra (Villa Giona) di S. Pietro in Cariano, Bixio Poderi di San Bonifacio e l’Azienda Agricola Sparici Landini di Sona. Info: mtv@mtvveneto.it.

Giancarla Gallo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1