CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.08.2017

Scuola antisismica, serve un milione

Il buco nel tetto di villa AlbertiniLe scuole elementari di Arbizzano [FOTOGRAFO]FOTO AMATO
Il buco nel tetto di villa AlbertiniLe scuole elementari di Arbizzano [FOTOGRAFO]FOTO AMATO

Ad Arbizzano l’adeguamento sismico della scuola primaria e la sistemazione del malandato tetto di villa Albertini sono le priorità che l’amministrazione comunale guidata da Roberto Grison si è data per la frazione. Per la scuola, se la stima dell’intero lavoro è di circa un milione, intanto è stata riservata nel bilancio la somma di 100 mila euro per partire con il progetto. Altri 70 mila euro l’amministrazione Grison li ha destinati alla progettazione relativa alla messa in sicurezza del tetto della villa comunale, per la quale l’intero intervento richiederà circa 400 mila euro. Un grosso buco e le conseguenti infiltrazioni d’acqua hanno reso necessario da almeno cinque anni (ai tempi dell’amministrazione Dal Negro) il transennamento della facciata della villa che dà sul cortile interno. Il via vai di gente però, all’esterno, non manca. Per le attività culturali o le riunioni nella sala civica adiacente alla villa, il grest parrocchiale o le feste sportive o comunitarie nel parco. «Doveroso mettere in sicurezza, attraverso il tetto, sia la struttura della villa sia gli spazi esterni tanto frequentati», sottolinea Grison. Sulle scuole aggiunge: «La verifica dello stato in cui versano tutti gli edifici scolastici è uno dei nostri punti di attenzione». A partire dalla tenuta in caso di terremoto: «Devono essere a posto per la sicurezza di bambini, docenti e tutte le persone che li frequentano». Non è l’unica infatti, la primaria di Arbizzano, al vaglio degli uffici tecnici del Comune. «Procederemo all’adeguamento sismico per questa scuola, poi passeremo anche a quella di Fane» sottolinea l’assessore ai lavori pubblici, Bruno Quintarelli.

A Prun per la scuola dell’infanzia è in fase di progettazione la sistemazione generale, comprensiva pure qui di adeguamento sismico nella parte dell’edificio inagibile da qualche anno.

A Montecchio sono in fase avanzata i lavori di ristrutturazione generale della scuola dell’infanzia.

«La manutenzione delle scuole, come di tutti gli edifici pubblici e delle strutture sportive, è per noi di primaria importanza», conferma l’assessore. Sottolinea che non c’è tregua per l’ufficio comunale Lavori pubblici: «Il personale è poco rispetto alla mole di lavoro da svolgere» conclude. Alcuni esempi? Sono in corso i lavori di ristrutturazione della caserma dei carabinieri in centro a Negrar e sono in consegna i lavori di manutenzione straordinaria degli spogliatoi del campo sportivo di Santa Maria-Arbizzano e del tetto del palazzetto dello sport ad Arbizzano. Infine, è in programma la bitumatura delle strade comunali, da fare entro l’autunno, per un importo totale di 150 mila euro.

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1