CHIUDI
CHIUDI

09.02.2019

Martiri delle foibe Cerimonia con fiori per il ricordo

Il cippo di Sant’Ambrogio
Il cippo di Sant’Ambrogio

Nel Giorno del ricordo, istituito nel 2004 in memoria dei martiri delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale, il sindaco Roberto Albino Zorzi invita la popolazione e le associazioni al raduno di domani mattina, alle 10.45, nel quartiere fieristico di Sant’Ambrogio, al piazzale e parcheggi dedicati ai Martiri delle foibe. Davanti al cippo di nembro rosato si terrà l’alzabandiera, si intonerà l’inno nazionale, saranno deposti fiori e parleranno le autorità. Le associazioni sono state invitate a presenziare con i propri labari e gagliardetti. Il sindaco Zorzi ricorda che quella della foibe è stata una pagina di storia per molti anni purtroppo in ombra ma che ormai è chiara a tutti e in ricordo di queste vittime anche il Comune di Sant'Ambrogio ha deciso, due anni fa, di porre un segno in memoria degli eventi che si svolsero dal 1943 al 1947 che registrarono l’esodo dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia di ben 350.000 italiani, nonché l’uccisione di molti altri, sia militari che civili. Alla cerimonia verrà ricordata anche la supplica di Anna Rismondo, vice presidente dell’associazione nazionale esuli Friuli-Venezia Giulia e Dalmazia, laddove disse: «Quando passate vicino a questo cippo abbiate un senso di pietà e formulate una preghiera». Anna Rismondo ritornerà domani a Sant’Ambrogio per parlare ancora di questa tragedia. Ricordiamo che l’idea di intitolare una via o una piazza ai Martiri delle foibe nacque nel 2005 dall’allora giovane consigliere della Lega nord Vittorio De Battisti che fece richiesta all’allora sindaco Nereo Destri il quale la accolse favorevolmente per quando se ne sarebbe presentata l’occasione. •

M.F.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1