CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

10.12.2017

Unico scelto dal master con i re del marketing

Giancarla Gallo Il progetto del valpolicellese Andrea Scamperle è l’unico in provincia di Verona a essere stato selezionato tra un centinaio di richieste provenienti da tutta Italia nell’ ambito di «Bottega di prodotto», un master di marketing attivo, che in una serie di incontri cura l’avvio di imprese giovanili. Si insegnano strategie di marketing, dando suggerimenti e strumenti di lavoro, seguendo la filosofia e gli esempi di chi ha avuto successo nel mondo del business. «Il mio è un progetto di marketing di prodotto riguardante Ortonuovo, azienda di famiglia, in cui lavoro e in cui ricopro un ruolo amministrativo, specializzata nella lavorazione di prodotti ortofrutticoli (in particolare verdure cotte e contorni al naturale e pronti all’uso) e che distribuisce nei supermercati del nord Italia», spiega Scamperle, 29 anni, laureato in economia e residente a Pedemonte. «La cosa affascinante del corso», prosegue, «è che ho avuto modo di confrontarmi in prima persona con alcuni dei nomi più importanti che hanno reso grande la Ferrero, come Mario Bruzzone che ha seguito in prima persona il lancio di Ferrero Rocher, o altri nomi che hanno seguito prodotti come Nutella, Estathe, Tic Tac, la gamma Kinder tra cui in primis Kinder sorpresa. E altre persone, che hanno seguito e promosso altri casi di successo in ambito della Gdo (la grande distribuzione agroalimentare, nata 20 anni fa, che conta 3.000 aziende), come Andrea Vai, che è stato per molti anni amministratore delegato di Lidl Italia». Il progetto di Scamperle, come quello degli altri nove italiani selezionati, sarà presentato ufficialmente alla XV edizione del Forum del 26 e 27 gennaio a Milano Marittima. «Il nome “bottega di prodotto” non è a caso, perché di fatto è stata una vera e propria bottega, un laboratorio di sviluppo pratico di un progetto», continua Scamperle, «La cosa positiva è che ci è stata data la possibilità di poter beneficiare dei loro consigli pratici, quindi per certi versi distanti dalle metodologie universitarie che fanno spesso riferimento solo alla teoria pura». Il gruppo dei dieci giovani e dello staff con relatori sono stati ospitati in Valpolicella per il quinto incontro. «Aiutiamo questi ragazzi a realizzare un sogno, a far crescere giovani imprenditori per districarsi nel mondo del marketing», ha detto Bruzzone, responsabile del progetto, «con la giusta apertura mentale. Da un’ idea nuova si passa a costruire un prodotto che possa arrivare nei mercati esteri. è l’opportunità per entrare nella rete di relazione, acquisendo così anche una migliore qualità decisionale». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1