CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

20.08.2018

Sfida sul Palo della cuccagna con sei squadre

Una passata edizione dell’assalto al palo della cuccagna a Bure
Una passata edizione dell’assalto al palo della cuccagna a Bure

Sei squadre sono pronte a sfidarsi oggi a Bure nell’assalto al palo della cuccagna che si svolgerà come tradizione l’ultima sera della Sagra dell’anguria per concludere in bellezza ogni edizione di questa storica festa parrocchiale legata alla Madonna dell’Assunta. Gli organizzatori attendono anzitutto i campioni in carica, gli atletici scalatori della squadra Rosengarden di Brescia che si sono aggiudicati la vittoria due volte consecutive, nel 2017 e nel 2016. A sfidarli, cercando di arrivare stavolta primi sulla cima del palo alto 15 metri e unto a dovere grazie a 15 chili di grasso industriale offerto dalla Ugolini Petroli di Fumane, torneranno i Campagnoli di Santa Maria di Zevio e i Lariani di Como. I Campagnoli, del resto, l’anno scorso sono arrivati a un metro dalla vittoria, mancandola per un pelo ed è facile credere che arriveranno in Valpolicella desiderosi di una rivalsa. Inoltre, dopo qualche anno di assenza, torneranno alla carica gli acrobati della Serenissima di Scorzè (Venezia). Due infine le squadre di Bure, quella capitanata da Enrico Fasoli e quella dei «butei» del «Team-Palo», pronti a dare filo da torcere ai «colleghi» più allenati e a rendere l’impresa ancor più appassionante e divertente per il pubblico che assisterà. Come lo scorso anno, per questioni di sicurezza tanto degli atleti quanto degli spettatori, la cuccagna sarà posizionata insieme a reti di protezione e pali di sostegno sul retro del palco riservato agli spettacoli. In pratica, il parcheggio di piazza monsignor Chiavelli diventerà un’arena naturale da dove incitare gli scalatori, applaudire le salite una dopo l’altra, osservare le tattiche e godersi appieno lo spettacolo che chiuderà dieci giorni di golose proposte gastronomiche e degustazioni di vino della Valpolicella, pesca di beneficenza, giostre per bambini, musica dal vivo e mercatino dell’artigianato. La competizione inizierà dopo l’orario di cena, per ravvivare la seconda parte della serata. La squadra vincitrice si porterà a casa un cesto di prodotti locali e avrà contribuito, insieme a tutte le altre, a tenere in vita una tradizione un tempo molto sentita in tutto il Nord Italia, in feste rionali e sagre di paese, ma oggi quasi in via di estinzione. In nome della lunga tradizione che lega Bure alla cuccagna, inoltre, nel 2019 sul prato antistante la chiesa parrocchiale farà il suo ritorno il palo in legno su cui si sono svolti tanti assalti. Il comitato organizzatore, infatti, ha deciso di ripiantarlo come simbolo della sagra stessa: non ospiterà più le gare, ma troverà comunque un altro modo per riuscire a farsi notare. •

C.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1