CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

25.09.2018

La pioggia sbriciola il muro Arriva multa da 431 euro

I proprietari hanno segnalato al Comune di San Pietro in Cariano la caduta del muro di cinta a causa della pioggia per evitare di ricevere la multa com’era già successo alcuni anni fa. E l’amministrazione ha risposto notificando una sanzione di 431 euro per quella parete caduta sulla strada vicinale a San Pietro in Cariano che poteva provocare danni conseguenze all’incolumità delle persone in transito. Benvenuti, quindi, nel misterioso mondo della burocrazia che ora presenta un nuovo caso di caos legale e giurisprudenziale sotto il cielo. I protagonisti sono una coppia residente in una frazione di San Pietro in Cariano, interessati dall’alluvione dei primi di settembre. «Il muro di sassi» spiegano i proprietari «è caduto a causa delle piogge e si è sbriciolato sulla strada vicinale e pedonale che costeggia la nostra proprietà». Dopo aver avvertito il Comune, la famiglia è corsa subito ai ripari, ha ingaggiato un muratore che nel giro di una settimana ha sistemato la parete, togliendo i detriti sulla via. «Si tratta di una strada di campagna», precisa la signora Maria (nome di fantasia), «larga un solo metro e i vigili hanno anche svolto un sopralluogo per verificare la situazione». La sorpresa è arrivata solo pochi giorni fa quando il Comune ha notificato la multa di 431 euro alla coppia di veronesi. In pratica, i proprietari «hanno omesso di preservare», si legge sulla sanzione, «il contenimento del muro». Si potrebbe aprire così una nuova vertenza giudiziaria tra il Comune di San Pietro in Cariano e la coppia per stabilire se la coppia a deve pagare la sanzione alla luce anche della calamità naturale. La risposta arriverà solo dopo essere riusciti a districarsi dal labirinto di norme amministrative che regolano questi casi. Nel frattempo domani ci sarà un incontro tra il sindaco e i proprietari. «Abbiamo già avuto una causa per questi stessi motivi alcuni anni fa e l’abbiamo vinta davanti al giudice di pace», fa sapere la signora.

G.CH.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1