CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

30.12.2017

Pasti e vestiti, San Vincenzo dà una mano a 80 famiglie

Il presidente Luciano Gaburro
Il presidente Luciano Gaburro

La San Vincenzo, l’associazione che a Pescantina opera a sostegno di famiglie e persone in difficoltà, nella stagione invernale lavora a pieno ritmo per andare incontro a necessità sempre più impellenti e crescenti. «Tra le ultime iniziative», sottolinea il presidente Luciano Gaburro, «la pizza di solidarietà, con l’obiettivo di raccogliere fondi per l’acquisto di generi alimentari e per il pagamento di servizi di prima necessità, come luce e riscaldamento. C’è stata una buona partecipazione e molta gente di Pescantina ha aderito all’iniziativa». L’opera di assistenza della San Vincenzo è diventata quotidiana, nella sede sociale di via Ponte, all’ex centro professionale, dove vengono distribuiti, grazie ad una convenzione col Comune, una cinquantina di pasti serali forniti dal servizio mensa delle scuole elementari e materne. La frutta e la verdura vengono consegnate il mercoledì sera, dalle 17.30 alle 18.30. Il centro è frequentato da circa 40 famiglie. «Attualmente», precisa Gaburro, «i volontari aiutano però più di 80 nuclei famigliari, per circa 250 persone complessivamente, i quali ricevono un pacco alimentare mensile e ciò avviene in collaborazione coi servizi sociali del Comune e spesso sulle loro segnalazioni». Alla San Vincenzo proseguono anche la raccolta e la distribuzione di «vestiario solidale» che i volontari sistemano e rendono in condizioni di servire ancora. Tre volte alla settimana, il mercoledì e il venerdì dalle 16.30 alle 18.30 e il sabato dalle 10.30 alle 12, si può accedere alla consegna e al ritiro. Un’altra attività della San Vincenzo è costituita da «Casa Ozanam», dove si svolge il dopo scuola per 16 bambini seguiti da personale qualificato e coordinato da Natalina Vallenari. A questo si aggiungono quattro corsi di alfabetizzazione per stranieri che hanno la possibilità di imparare l’italiano per integrarsi più velocemente. «Sono oltre cinquanta i volontari che, a turno, prestano la loro opera», conclude il presidente, «e a loro va il grazie più sentito». Per aiutare la San Vincenzo si possono portare generi alimentari e vestiario al deposito di via Ponte; si può anche fare un’offerta o personalmente in sede o versando sul conto corrente della filiale Unicredit, Agenzia di Pescantina, Iban: IT 52 H 02008 59650 000102115381. • L.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1