CHIUDI
CHIUDI

24.01.2019

Giochi per bimbi disabili al parco di Settimo

Giochi inclusivi per bambini con disabilità al parco di Settimo. «Quello che è stato installato ed è ora utilizzabile al posto dei due precedenti che erano stati danneggiati nel giardino comunale di via Bertoldi», spiega l’assessore ai lavori pubblici Paola Zanolli, «è particolarmente adatto ai bambini con disabilità motorie, o, come si dice in termini tecnici, è un gioco inclusivo perché può essere utilizzato da tutti i bambini. Dopo la sua installazione, il parco di Settimo può essere definito il più inclusivo di Pescantina: è infatti dotato di percorsi e piastre in cemento e può contare su quattro giochi inclusivi: la nuova torretta con pannelli interattivi e accessibile con la carrozzina, l’altalena a cestone, il gioco a molla con le sponde e il telefono senza fili. È uno dei segnali concreti di attenzione verso le persone più deboli che la nostra amministrazione ha scelto di dare». L’installazione di questo gioco è l’ultima in ordine di tempo. «Si tratta», continua l’assessore Zanolli, «di un grande sforzo che abbiamo fatto nell’ultimo anno e mezzo per aumentare la dotazione di molti parchi in tutte le frazioni e nel capoluogo di Pescantina. Altri interventi sono in programma, soprattutto a Ospedaletto dove la Pro loco, che ringrazio, è attiva nella gestione dei due parchi della frazione». I volontari, a seguito del patto di collaborazione stipulato col Comune, infatti, si fanno carico totalmente del taglio dell’erba, della pulizia e di piccole manutenzioni, a fronte di un contributo economico da parte dell’amministrazione comunale che serve anche per organizzare altre attività di animazione per la frazione. Il problema della manutenzione dei parchi è stato recentemente sollevato da una mamma per la zona di via Vezza, dove si sono verificati, la notte dell’ultimo dell’anno episodi di vandalismo sottolineati anche dall’Arena. «A fronte della stragrande maggioranza delle persone che utilizzano i parchi in modo rispettoso», commenta l’assessore Zanolli, «dobbiamo però registrare anche molti atti di maleducazione, se non di vandalismo, come nel caso del parco di via Vezza. Sono stati trovati feci di cani abbandonate, anche se i cani non potrebbero nemmeno essere introdotti nei parchi con giochi per bambini, rifiuti e bottiglie rotte sono all’ordine del giorno così come giochi, recinzioni e alberi danneggiati. Invito ancora una volta tutti a rispettare i luoghi di gioco dei nostri bambini e ringrazio inoltre tutti i cittadini che a titolo volontario si prodigano per le piccole pulizie e per le segnalazioni nei vari parchi del territorio. Questo è davvero un grande segno di civiltà».

L.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1