CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.12.2018

«Dobbiamo tornare a essere paese leader»

Flavio Tosi a sostegno di Alessandro Reggiani
Flavio Tosi a sostegno di Alessandro Reggiani

«Pescantina deve tornare ad essere il paese leader della Valpolicella: parliamo di un Comune di 18 mila abitanti con potenzialità straordinarie. Non possiamo accettare lo stato attuale di abbandono». Alessandro Reggiani dà il via alla campagna elettorale nelle sede di via Ponte 61 gremita di amici e simpatizzanti del gruppo «Cittadini di Pescantina», la formazione che lo ha sostenuto nella sua attività politica e amministrativa dal 2004 al 2013. «Dopo cinque anni di silenzio», sottolinea l’ex sindaco, «ho deciso di riprendere il discorso con tutti quelli che in questi anni non ci hanno fatto mancare il loro appoggio e che stavano constatando che quello che abbiamo fatto in dieci anni veniva smantellato giorno dopo giorno». Un lungo elenco di situazioni critiche elencate da Reggiani: dalla discarica di Ca’ Filissine («abbandonata, con laghi di percolato che nessuno ha più asportato»), ai mutui per le opere («perché abbandonare i progetti?») all’immobilismo («soldi non restituiti al territorio»), al centro storico coi problemi di traffico. «Insomma: vedo un paese che si è fermato», conclude Reggiani, «bisogna rimetterlo in moto». Con lui Manuel Fornaser, già vicesindaco e ora battagliero consigliere comunale di Forza Italia. «Pescantina alla riscossa, dopo cinque anni di opposizione molto dura. Il distacco tra la gente e il palazzo è sotto gli occhi di tutti», dice. «Ripensare un paese in prospettiva, dopo anni di immobilismo e di non scelte, dove sono sparite le iniziative culturali come la Fiera del libro», la conclusione di Francesco Marchiori. Tra i volti nuovi di questa avventura Fabio Mantovani, milanese di origine, a Pescantina dal 2002, coordinatore del gruppo. «Richieste dei cittadini per un nuovo progetto politico amministrativo ne riceviamo ogni giorno sui temi della mobilità e della sicurezza: vogliamo far diventare la Valpolicella un posto sicuro». «Pronti per far ripartire quello che questi amministratori hanno annullato», conclude Giovanni Scandiuzzi. A dar man forte a Reggiani arriva Flavio Tosi: «Pescantina si è fermata: non è cambiato niente. Ora ci voglio fatti, non parole». La campagna è partita, cominciano gli incontri, tutti alle 20.30, nelle frazioni e in centro: oggi ad Arcè, bar La dolce vita; domani Santa Lucia, bar della frazione; mercoledì Ospedaletto, bar Fabric Cento7; giovedì Centro sociale di Balconi; venerdì pizzeria Settimo cielo di Settimo; Pescantina, martedì 11 dicembre, nella sala polifunzionale della Bocciofila. •

L.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1