CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.11.2018

Panchina rossa del rispetto «affidata» ai carabinieri

Violenza sulle donne: un tema di drammatica attualità
Violenza sulle donne: un tema di drammatica attualità

Due iniziative a Pescantina promosse dall’assessorato ai servizi sociali del Comune: domani alle 20.30, nella sala consiliare di piazza San Rocco, la serata di sensibilizzazione «Questo mostro amore» e sabato l’inaugurazione della «panchina rossa del rispetto» nel giardino del circolo Bocciofila di via Pace. Domani Paola Danieli, psicologa e psicoterapeuta, illustrerà i vari tipi di violenza e come riconoscere i maltrattamenti a partire dalle condizioni di traumatizzazione e gli esiti psicologici della dinamica abusatore-vittima. L’avvocato Tommaso Capuano spiegherà la normativa in materia di violenza con l’obiettivo di prevenire e contrastare il fenomeno. «La conoscenza dei propri fondamentali diritti umani e civili, qualora vengano violati, è la condizione essenziale per uscire da una situazione di sopraffazione e prevaricazione», sottolinea l’assessore Rosanna Lavarini. La seconda iniziativa, l’inaugurazione della «panchina rossa del rispetto», dedicata alle donne vittime della violenza, si terrà sabato alle 11, nel giardino del circolo Bocciofila di via Pace 4, vicino al monumento di Maurizio Zanolli che ricorda le sorelle Bassi, trucidate da un commando fascista nella notte del 24 agosto 1944, a Pescantina, in fondo a via Are. Hanno confermato la loro presenza Silva Zenati, presidente della Commissione pari opportunità della Provincia di Verona, e Elena Traverso, presidente della Commissione pari opportunità della Regione Veneto. Spiega Lavarini: «Le due iniziative si propongono di andare tra la gente, per ricordare che la violenza di genere colpisce tutti i giorni, spesso tra le mura domestiche. Anche amiche, parenti, vicine di casa possono essere le prossime vittime. Abbiamo scelto di collocare la “panchina rossa del rispetto” nel giardino della Bocciofila di via Pace, vicino al monumento delle Sorelle Bassi dedicato alla memoria delle due donne che donarono la vita per il fratello. Significativa la scritta sul monumento: “La vita echeggia ancora dolore per la follia degli uomini e implora la pace”». La panchina rossa sarà donata simbolicamente all’ Arma dei Carabinieri per l’attività svolta nel territorio a sostegno delle donne vittime di violenza e per la promozione del rispetto e della legalità. •

Lino Cattabianchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1