CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

30.09.2018

Rivoluzione dei parcheggi In arrivo App e agevolazioni

Stalli blu numerati in centro a Negrar   FOTO AMATO
Stalli blu numerati in centro a Negrar FOTO AMATO

Parcheggi comunali a pagamento, si cambia in tutto il centro di Negrar e nelle zone limitrofe. Da questo lunedì, primo ottobre, entrerà in vigore la modifica del Piano della sosta approvato dalla Giunta nel lunglio del 2017 e rivisto lo scorso agosto, dopo l’affidamento del servizio per la gestione degli stalli blu alla ditta Abaco Spa Div. SmartCities, leader nel settore a livello nazionale. La società è di Padova e si è aggiudicata la gara pubblica conclusasi quest’anno a fine maggio. Con il nuovo sistema - che prevede ad esempio la prima mezz’ora di sosta gratuita in alcune strade, il parcheggio fino a un’ora gratuito per le gestanti e le mamme di neonati (dal quarto mese di gravidanza a tre mesi dopo il parto), pass e abbonamenti agevolati - il Comune vuole facilitare l’utilizzo dei parcheggi a pagamento, che contano in totale 366 posti, di cui 23 a strisce gialle riservati gratuitamente ai portatori di handicap. In aggiunta, Negrar continuerà a garantire una disponibilità di 430 posti liberi nelle zone adiacenti al centro storico e all’ospedale Sacro Cuore Don Calabria. «Il Piano della sosta è un obiettivo strategico per Negrar, siamo consapevoli che a volte è difficile trovare parcheggio», sottolinea il sindaco, Roberto Grison. «Un modo per consentire la rotazione delle auto nei posteggi, evitando che rimangano occupati sempre dalle stesse, è chiedere un pagamento per la sosta e limitarla per un tempo massimo di tre ore. Ciò faciliterà la possibilità di trovare parcheggio a chi si recherà in centro per fare acquisti o accedere ai servizi». E per chi necessita di sostare più di tre ore? «Al parcheggio Perez, dove è stata ripristinata la sbarra in entrata e uscita, la sosta non ha limite di durata e alla cassa automatica prima di uscire si paga il tempo effettivo in cui si è occupato il posto». Modalità e tariffe sono differenziate. «Questo perché abbiamo voluto tener conto dei diversi utilizzatori dei parcheggi», spiega l’assessore alla mobilità, Bruno Quintarelli, «e infatti ci sono posti a servizio di chi deve recarsi in municipio o si rivolge alle attività economiche in centro e parcheggi per chi invece usufruisce dei servizi dell’ospedale. Inoltre, il nuovo sistema di sosta a pagamento, dove non c’è la sbarra, consente di pagare senza dover tornare all’auto per esporre il tagliando. Abbiamo optato per un sistema di pagamento flessibile, che consente di prolungare la sosta tramite smartphone oppure anche recandosi a uno qualsiasi dei parcometri, sempre nel limite massimo di tre ore. Nelle vie del centro storico la prima mezz’ora di sosta sarà gratis e per usufruirne basterà digitare il numero di posto sul parcometro e premere il pulsante verde». Per l’amministrazione comunale è fondamentale che i cittadini siano al corrente dei cambiamenti. Per questo, sul sito del Comune, è disponibile una scheda informativa con le diverse modalità di sosta previste e l’organizzazione dei parcheggi. Franco Rossetto, direttore della società padovana concessionaria del servizio, aggiunge: «Siamo orgogliosi di operare a Negrar e stiamo collaborando molto bene con l’amministrazione comunale. La realizzazione di una moderna Smart City a cui ora siamo chiamati, in cui le tecnologie più avanzate sono al servizio dei cittadini e dell’ente pubblico, punta a facilitare la vivibilità in paese. Alcune soluzioni che abbiamo scelto stanno già diventando buone pratiche per il settore e un punto di riferimento per lo sviluppo di altre realtà». •

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1