CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

20.02.2018

Nuova scuola media i tecnici illustrano le possibili soluzioni

Come potrebbero essere le nuove scuole medie di Negrar, quelle che sorgeranno sulle ceneri dell’attuale edificio in via degli Alpini? Per fare in modo che docenti e genitori degli alunni inizino a farsi un’idea, il Comune ha organizzato sabato 24 febbraio, dalle 9 alle 12, la presentazione dei tre progetti vincitori del concorso di idee indetto dal ministero dell’Istruzione, nell’ambito del programma nazionale «Scuole innovative» che prevede 51 edifici scolastici nuovi in tutta Italia grazie allo stanziamento di 350 milioni di euro. Tra questi anche la media di Negrar: il Comune si è aggiudicato il bando di gara regionale e un contributo di 5 milioni. Sabato nell’auditorium della scuola primaria, al piano terra, il sindaco Roberto Grison e la dirigente dell’Istituto comprensivo «Salgari», Carla Aschieri, daranno il benvenuto a quanti hanno ricevuto l’invito a partecipare: insegnanti dell’Istituto comprensivo, rappresentanti dei genitori di tutte le classi delle scuole primarie e delle medie, membri del consiglio d’istituto, coordinatrici delle maestre delle materne. «Iniziamo a coinvolgere tutta quella parte della popolazione che sarà toccata direttamente dal rifacimento dell’edificio che ospita la scuola primaria», spiega il sindaco, preoccupato che i 120 posti dell’auditorium possano non bastare per gestire al meglio la giornata. «Ci saranno altre iniziative nel futuro», annuncia, «per coinvolgere anche tutti gli altri cittadini interessati». Sabato 24 a Negrar arriveranno i professionisti capogruppo dei tre progetti premiati al concorso. Saranno loro a presentare quale nuovo edificio scolastico hanno progettato, come e perché: alle 9.30 parlerà Irene Bonente per il progetto terzo classificato, alle 10.15 Matteo Fiorini per il secondo, alle 11 Matteo Battistini per il progetto primo in classifica. Le conclusioni alle 11.45. «Grazie a un accordo con il Miur questi progetti sono diventati di proprietà del Comune e ora ne possiamo disporre per passare alla progettazione», conclude Grison. «Inoltre, abbiamo preparato pannelli esplicativi con disegni e immagini: saranno esposti alle medie a disposizione di ragazzi, insegnanti e genitori». •

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1