CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.08.2018

La Magnalonga tra specialità e tanto buon vino

Un’edizione della Magnalonga
Un’edizione della Magnalonga

La prima domenica di settembre, nella vallata di Negrar, fa rima da 16 anni con la Magnalonga Settembrina. Quest’anno è confermato per domenica 2 settembre l’appuntamento con la passeggiata comprensiva di tappe enogastronomiche tra i vigneti e degustazioni in cantina promossa dal Comitato di volontari presieduto da Claudio Venturini con la collaborazione della pro loco «Emilio Salgari» e del Comune. «Ringraziamo di cuore i dipendenti e tecnici comunali che ci hanno aiutato nell’adeguarci alle nuove disposizioni in materia di sicurezza» sottolinea Venturini. «Grazie al loro prezioso supporto siamo pronti a riproporre la manifestazione anche quest’anno». Ancora una volta la Magnalonga farà conoscere a veronesi e turisti, in modo piacevole e goloso, paesaggi collinari, borghi rurali, ville che circondano Negrar. Il percorso, interamente rinnovato, parte alle 10 con il primo gruppo (poi partenze scaglionate ogni 10 minuti) dalla zona delle scuole medie in via degli Alpini, dove sarà possibile assaggiare affettati e formaggi locali, e interesserà per la prima volta anche il centro del capoluogo. Una tappa dopo l’altra si passerà dal borgo di Saga alla località Moron, dalla contrada Crosara alla località Jago e alla Corte Vason Caprini, per dirigersi poi verso la settecentesca villa Rizzardi in località Poiega, in località Villa e alla frazione di San Peretto prima di fare ritorno alle scuole medie. Lungo gli otto chilometri del tragitto, ondulato ma senza particolari difficoltà, passando da un lato all’altro del progno che divide a metà la vallata di Negrar, camminando in coppia o in gruppo si passerà dalla bruschetta all’olio extravergine di oliva al risotto al «tastasal», da un buon piatto di pasta e fagioli al secondo a base di spezzatino con verdure, dai formaggi della Lessinia al gelato e, dulcis in fundo, al dolce simbolo della Magnalonga. Il tutto accompagnato da una serie di vini della Valpolicella abbinati a dovere dagli organizzatori, con la supervisione delle cantine che aderiscono al tour: le affezionate Cantina Valpolicella Negrar, Fratelli Benedetti, La Quena e Corte Gonella; le aziende agricole «new entry» Alessandro Boni e Norma Massaro. In pratica, durante la giornata, si potranno degustare i vini delle cantine che ospitano le tappe unendo l’utile, una camminata nella natura sul finire dell’estate, al dilettevole, assaggi di varie tipologie di vino in compagnia di esperti vignaioli. Gli organizzatori attendono anche quest’anno turisti stranieri che ogni anno, dall’Olanda come dalla Germania, non perdono l’appuntamento con la Magnalonga, oltre ad alcuni gruppi provenienti dalle province di Lecco e Como che non si perdono mai un’edizione. Le iscrizioni sono obbligatorie e vanno effettuate entro domenica 26 agosto, ma il Comitato potrebbe chiuderle anche prima una volta raggiunto il numero massimo dei 1.500 partecipanti (info aggiornate su magnalongasettembrina.it). Il biglietto intero costa 28 euro, il ridotto 15 euro (per ragazzi dai 6 ai 16 anni); i bambini fino ai 5 anni partecipano gratuitamente. Ulteriori informazioni al telefono 346 3647892. •

C.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1