CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.12.2017

L’asta di Amarone frutta il wi-fi per i terremotati

L’assessore Coeli, al centro, con un assessore del Comune di Cittareale e altri delegati
L’assessore Coeli, al centro, con un assessore del Comune di Cittareale e altri delegati

Camilla Madinelli La Vetrina dell’Amarone 2017 regala collegamenti wi-fi al comune terremotato di Cittareale, in provincia di Rieti, e si prepara a un’altra possibile donazione per il 2018. Una donazione assai preziosa, dal momento che l’emergenza, laggiù, non è affatto terminata. Le aziende vinicole che intendono partecipare alla prossima edizione della «Vetrina dell’Amarone», in primavera, possono sapere di più su organizzazione, promozione e spirito benefico dell’evento prendendo parte oggi, alle 18, nella sala consiliare del municipio, alla riunione convocata dal Comune. Intanto, l’asta di solidarietà promossa dall’amministrazione di Negrar e dalla pro loco «Emilio Salgari», quest’anno, nell’ambito della seconda edizione della «Vetrina» a villa Mosconi Bertani, ha fruttato 5mila euro che sono serviti a finanziare l’attivazione di una copertura wi-fi tra uffici comunali, farmacia, casa degli agricoltori e scuola, tutti in sistemazioni provvisorie. Il paese rietino, poco o per niente coperto dalle linee telefoniche mobili, semi distrutto e alle prese con la ricostruzione di case e manufatti che pare non concludersi mai, ha bisogno più che mai. dopo il sisma, di mettere in relazione persone, aziende, attraverso la rete internet senza fili. Lo conferma l’assessore alla Cultura e alla promozione del territorio Camilla Coeli, che lo scorso 14 dicembre è stata in visita a Cittareale insieme alla coordinatrice per il Comune del Palio del Recioto e dell’Amarone, Fabrizia Corradi, e il deputato veronese Diego Zardini. Il gruppo ha incontrato un assessore comunale di Cittareale e ha valutato insieme il da farsi: è possibile vedere il video sul nostro sito internet larena.it. «I telefoni cellulari non hanno linea, la gente vive in roulotte o nei container, alcuni in strutture di legno donate da associazioni, enti o da istituti bancari, i produttori medio piccoli di eccellenze locali dell’agricoltura in molti casi hanno perso tutto, l’amministrazione comunale si arrangia come può con grande coraggio, scuola dell’infanzia e primaria sono state unite e si trovano in un container», spiega Coeli. Che descrive una situazione molto precaria: «Il paesino, arroccato su una montagna e confinante con Amatrice, è chiuso e del tutto impraticabile. Non parliamo delle 26 frazioni che lo componevano. Tutto è stato spostato più a valle e unificato, ma quasi tutte le famiglie hanno subito un lutto. Hanno tanta voglia di superare i momenti più difficili e di ricominciare, ma la terra continua a tremare e in molti, bambini e adulti, hanno ancora paura». La speranza dell’assessore negrarese è di poter fare ancora qualcosa, per gli amici di Cittareale, attraverso la prossima edizione della «Vetrina dell’Amarone». «Invito le cantine a partecipare all’incontro convocato in municipio», conclude Coeli. «Abbiamo rinnovato la collaborazione con partner Wine Meridian e Strada del Vino Valpolicella, ma abbiamo bisogno di tante aziende e persone per poter essere utili e solidali con una nuova asta di beneficenza». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1