CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.12.2017

Fidas festeggi i 51 anni Meno donatori ma più unità di intenti

I donatori Fidas di Negra con la loro maglietta
I donatori Fidas di Negra con la loro maglietta

Un centinaio di persone, tra donatori, familiari e amici, ha partecipato alla cinquantunesima «Festa del Donatore», organizzata dal gruppo Fidas di Negrar, formato da circa 200 iscritti, nella chiesa di Montecchio e al campo sportivo di Mazzano. «Tra loro c’erano molti giovani ed è stata una bella giornata», sottolinea soddisfatto il presidente Nicola Trande. Poi, però, aggiunge: «C’è sempre bisogno di sangue e speriamo a breve in un ricambio, non solo tra i donatori, ma anche nel direttivo della nostra sezione che si dovrà rinnovare nell’aprile 2018. Con il numero di donazioni siamo in crescita, ma purtroppo a Negrar è diminuito, anche se di poche unità, il numero delle persone che donano». A portare nuova linfa alla Fidas di Negrar c’è anche Marco, da qualche tempo: un ragazzo che ha vinto la sua battaglia contro la leucemia ed è andato in udienza da papa Francesco. Come si è presentato? Indossando la maglietta dei donatori negraresi, bianca con le scritte in rosso. Un modo semplice ma efficace affinché il messaggio della donazione di sangue come dono di vita arrivasse dritto anche al cuore del pontefice. C.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1