CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.11.2018

Contro lo smog è in partenza il pedibus

Bambini usufruiscono del pedibus
Bambini usufruiscono del pedibus

Basta traffico, smog e caos davanti alle scuole elementari di Arbizzano o nelle immediate vicinanze dell’edificio, soprattutto negli orari di ingresso e di uscita degli alunni. Molto meglio, invece, far camminare e socializzare i bambini, insegnando loro nel contempo a districarsi tra le strade del proprio paese e a rispettare il codice della strada. Il Comune, per promuovere una diversa mobilità attorno all’area scolastica della frazione e un sano esercizio fisico per i bambini, ha deciso di attivare un servizio pedibus, che consiste in una fila di bambini in cammino accompagnati da due adulti. I bambini tutti insieme seguono un percorso prestabilito, rispettano un orario e fanno delle fermate, muovendosi in questo modo lungo il tragitto fra la loro casa e la scuola. Le linee pedibus predisposte dall’amministrazione comunale sono due, funzioneranno dal lunedì al venerdì, sia in andata che in ritorno negli orari di entrata e di uscita degli alunni dalla primaria. La corsa verde andrà da via Stella, via San Francesco e via Montanari fino alla scuola; la corsa rossa si snoderà invece da piazza Matteotti, via della Cooperazione e via Montanari fino alla stessa scuola. Il pedibus viaggia sempre, con il sole e con la pioggia, e ogni bambino indossa un gilet rifrangente. È gratuito per tutti gli alunni che lo compongono e l’attività di sorveglianza è svolta gratuitamente da genitori, nonni e adulti volontari che si turnano. Le prime iscrizioni al nuovo servizio per le famiglie di Arbizzano sono già arrivate. Anche alcuni adulti che dovranno guidare e chiudere la fila si sono già resi disponibili. «Ne servono almeno sei, due per ogni linea e due di riserva, e ci sono già tutti», precisa l’assessore all’istruzione, Camilla Coeli. Sono in corso le pratiche assicurative per i bambini e prima della fine di novembre, secondo l’assessore, le prime corse verde e rossa potrebbero già partire. Gli alunni, comunque, possono essere iscritti dai genitori al pedibus anche nelle settimane successive: bisogna compilare un apposito modulo, che viene distribuito a scuola ma che è anche disponibile nel sito internet del Comune di Negrar, e consegnarlo all’ufficio Istruzione, in municipio, in qualsiasi periodo dell’anno. Ulteriori informazioni sul pedibus si possono ottenere contattando il numero 045 6011666. •

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1