CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.05.2018

Campioni di ieri Ma i valori sono di sempre

Roberto Boninsegna. Per una stagione (1979-1980) ha giocato anche nel Verona, segnando tre gol
Roberto Boninsegna. Per una stagione (1979-1980) ha giocato anche nel Verona, segnando tre gol

L’attività sportiva come la vita di tutti i giorni, tra gioie e dolori, risultati e delusioni. L’attività sportiva come palestra per la vita. S’intitola «I valori dello sport» l’evento promosso per questa sera, a partire dalle 20.30, a Villa Spinosa, dal Comune di Negrar in collaborazione con l’Associazione genitori Negrar (Agn) e TeleArena. L’amministrazione comunale chiama a raccolta bambini e ragazzi delle società sportive negraresi, atleti e squadre di Negrar e frazioni attivi in vari settori sportivi, veterani o principianti, ragazzi e adulti con un palmarès da campioni affermati. Saranno circa una quarantina e saranno premiati per impegno, costanza e medaglie. LA SERATA. Sarà festa in nome dello sport e una passerella di piccoli grandi campioni negraresi che s’inserirà nel palinsesto della trasmissione «Palla lunga e pedalare» condotta dal giornalista Raffaele Tomelleri. I suoi ospiti chiamati a discutere sul tema «Quando lo sport insegna a vivere» e a premiare atleti e società locali, saranno il presidente dell’Associazione italiana calciatori Damiano Tommasi, ex calciatore di Verona e Roma oggi dirigente sportivo; il ciclista Claudio Chiappucci, scalatore, professionista dal 1985 al 1998, vincitore di una Milano-Sanremo, tre tappe al Tour de France e una al Giro d’Italia, che porterà il libro biografico El Diablo racconta di Beppe Conti (Graphot editore); il giocatore di pallacanestro Matteo Nobile, ala pivot da 270 presenze in serie A; Roberto Boninsegna, oggi dirigente sportivo e allenatore di calcio, ieri attaccante di Cagliari, Inter, Juventus e Verona e vicecampione del mondo a Mexico 70, «Bonimba» per tutti perché così lo battezzò Gianni Brera. «Ci racconteranno la loro esperienza, di sport e di vita», sottolinea Tomelleri «spiegandoci quanto la pratica sportiva può contribuire alla crescita morale, e non solo materiale, di bambini e ragazzi. Spesso su di loro, oggi, pressioni esagerate generano illusioni e poi frustrazioni, facendo perdere di vista quali sono i valori». IL MESSAGGIO. È proprio questo che l’amministrazione Grison vuole sottolineare con la serata, lanciando il messaggio di «uno sport che sia veicolo di aggregazione, condivisione, amicizia, uno sport che sappia sconfiggere la violenza, uno sport a “bassa voce» dove emergano i valori della persona prima di quelli del campione», affermano il sindaco, Roberto Grison, e l’assessore allo sport, Bruno Quintarelli. Saranno loro, insieme ai campioni ospiti di «Palla lunga e pedalare», a consegnare un riconoscimento ad atleti, squadre o società del territorio che si sono contraddistinti sia per meriti sportivi sia per abnegazione, sportività e passione. «Organizzando questo e- vento abbiamo piacevolmente scoperto molti atleti negraresi con eccellenti risultati da medaglie olimpiche, campioni del mondo, italiani ed europei e giovanissimi atleti che hanno già sperimentato l’emozione dei gradini più alti di prestigiosi podi dal calcio al judo, dal karate al pattinaggio e alla danza, dalla canoa al ciclismo e al tiro a segno», continua Quintarelli. «Vogliamo dare loro merito e riconoscimento, ma non è finita qui: attendiamo di sapere se ci sono altri atleti che ancora non abbiamo intercettato». Poi ringrazia gli sponsor locali che hanno deciso di sostenere l’evento a vari livelli: “Pegaso, Phytogarda, Campagnoli & Fedeli, Villa Spinosa hanno dimostrato grande vicinanza al territorio”. I genitori di Agn, che da qualche anno promuovono iniziative e approfondimenti sui valori anche sportivi, non potevano né volevano mancare. «Lo sport deve essere educativo per i nostri ragazzi e preparali alla vita, aldilà dei risultati», spiega la vice presidente dell’associazione, Franca Righetti. •

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1