CHIUDI
CHIUDI

27.01.2019

Associazione genitori, cinque anni di crescita

L’Associazione genitori Negrar (Agn) spegne cinque candeline e guarda al futuro forte di una serie di fruttuose esperienze fatte insieme a Comune, scuole, associazioni, circoli e famiglie negraresi. «Sono stati anni di progetti felicemente condivisi con altre associazioni del territorio e Istituto comprensivo», spiega la vice presidente di Agn, Franca Righetti. «Grande è stata la sintonia e la condivisione di progetti con l’amministrazione Grison, in particolar modo con l’assessorato ai servizi sociali. Un grande aiuto, per realizzare le proposte, è arrivato dalle educatrici Natascia Martini e Rachele Andreolli, professionali e disponibili». Le parole chiave, per mamme e papà del gruppo, sono collaborazione e impegno collettivo. Anche per questo l’auspicio è che «nuovi genitori vogliano far parte dell’associazione, che deve avere un continuo rinnovo di idee e persone», continua Righetti. «Ben vengano proposte e collaborazioni». L’ultima lanciata da Agn, a metà gennaio, è stata la richiesta di aprire e rendere funzionante a Negrar un dojo di Zanshin Tech, ossia un luogo di pratica della prima arte marziale digitale, per aiutare ragazzi e adulti nel contrastare eventuali attacchi in rete e gestire internet in modo consapevole. Sarebbe un bel regalo di compleanno, la ciliegina sulla torta dopo le tante attività rivolte ai bambini negraresi e ai loro genitori nel corso di questi anni. Ma servono forze nuove (telefonare al 340 2804635). «L’intento di proporre progetti seri e duraturi nel tempo si è realizzato con quasi tutte le iniziative, evolutesi anche con il coinvolgimento di nuovi genitori» continua la vice presidente. Alcuni esempi? «La scuola per genitori e il corso di internet consapevole», risponde. Fin dagli esordi a Negrar, inoltre, Agn cura un progetto sulla pace e sui diritti dell’infanzia collaborando con la rete di cooperazione educativa «C’è speranza se accade...» e coinvolgendo tutte le scuole del comune. Anche il progetto «Cartoline di pace» ha coinvolto l’intero Istituto comprensivo e si è concluso con la marcia della pace a Bastia Umbra, «dove rappresentanti di Agn, insegnanti e Comune hanno portato l’esperienza vissuta all’annuale convegno della rete», conclude Righetti. Un grande classico, dal 2013 a oggi, è la festa di fine scuola che vede scendere in campo tanti gruppi, tra cui Comitato San Martino e Alpini di Negrar. A fianco di Agn anche Grandi Eventi. Infine, si rinnovano di anno in anno gli appuntamenti per bambini e genitori alla Baita di Santa Maria, gestita dall’omonimo circolo. •

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1