CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.10.2017

Leggere storie a voce alta
Corso per chi vuol imparare

Un lettore di storie ad alta voce per bambini, parte un corso per imparare
Un lettore di storie ad alta voce per bambini, parte un corso per imparare

Le biblioteche della Valpolicella e della Valdadige, in collaborazione con i Comuni di Sant’Ambrogio, Negrar, Marano, Fumane, Pescantina, Dolcè, Brentino Belluno, organizzano il corso propedeutico alla lettura ad alta voce «Ascolta, ti racconto...», rivolto ad insegnanti, genitori, curiosi e aspiranti lettori volontari.

Il corso prevede 4 incontri, itineranti, il sabato dalle 9 alle 12.30. Il primo incontro si terrà il 4 novembre nella biblioteca di Sant’Ambrogio: Alberto Raise, coordinatore dell’associazione Nati per Leggere-Veneto, e Claudio Chiamenti, pediatra, parleranno dell’importanza della lettura ad alta voce fin dalla prima infanzia. Sabato 11 novembre nelle biblioteche di Volargne e Rivalta inizierà il ciclo di approfondimento, nell’ambito di progetti dedicati alla lettura per bambine e bambini da 0 a 6 anni, «Leggere le parole e le figure dei libri con le bambine e con i bambini», curato da Lucia Cipriani, formatrice dell’associazione «Nati per Leggere».

Gli esperti saranno poi a disposizione, sabato 18 novembre, nella biblioteca di Marano di Valpolicella; sabato 25 novembre, invece, nella biblioteca di Negrar, è in programma l’iniziativa «Laboratorio: sotto a chi tocca!»: consigli ed esercizi sulla conduzione di laboratori di lettura ad alta voce, a cura della cooperativa Hermete. Per informazioni ed iscrizioni: 045.773.21.55 e la mail: biblio.santambrogio@gmail.com.M.U.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1