CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.01.2018

«Le fate ignoranti»
con due specialisti
(e una sorpresa)

Una delle celebri scene del film di Ozpetek
Una delle celebri scene del film di Ozpetek

Gli organizzatori ad Arbizzano della quarta e ultima serata di cineforum “Donne in positivo”, nella sala civica polifunzionale a villa Albertini, promettono tanti spunti di riflessione per stasera, giovedì 11 gennaio, guidati dallo psichiatra Stefano Baratta e dalla psicoterapeuta Irene Tommasi. Alle 20.45 chiude il ciclo di film, dedicato alle donne che rinascono dopo tante difficoltà o tragedie personali, la pellicola di Ferzan Ozpetek “Le fate ignoranti”, con Margherita Buy e Stefano Accorsi. La serata è a ingresso libero.

Il film del regista turco naturalizzato italiano racconta la storia di Antonia: dopo un lutto improvviso e distruttivo lei riesce a rialzarsi, ad affrontare esperienze impreviste, a liberarsi di alcuni schemi borghesi che la rendevano prigioniera e a rinnovare così la propria vita. Al termine della visione Baratta e Tommasi guideranno il dibattito insieme al pubblico per comprendere al meglio i temi profondi contenuti nella pellicola o da essa suggeriti nel cuore di ognuno. Inoltre, i due specialisti della psiche umana hanno in serbo una sorpresa per le persone che parteciperanno alla serata, che si chiuderà con rinfresco di saluto.

“Donne in positivo” è una delle tante iniziative culturali e ricreative promosse nell’annata 2017-18 dall’assessorato alla cultura e alle pari opportunità di Negrar e dall’Università del Tempo Libero con il sostegno di Valpolicella Benaco Banca. 

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1