CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

16.06.2017

La mostra di Sofia
pittrice sorda
è un vero successo

Musumano e Mariotto
Musumano e Mariotto

Successo di pubblico per l’esposizione della pittrice Sofia Ines Musumano «Silenziose forme», organizzata dalla Scuola d’arte Paolo Brenzoni di Sant’Ambrogio nella Sala civica della Biblioteca di Bussolengo. Sofia è una ragazza speciale, sorda dalla nascita, e questo le ha permesso di sviluppare una sensibilità particolare nel percepire la realtà attraverso i colori e il tratto con una grande libertà.

«Con lei a scuola», dice la direttrice Beatrice Mariotto, «abbiamo conosciuto la lingua dei segni, una lingua ricca e complessa ma molto affascinante e durante l’inaugurazione una traduttrice si è resa disponibile a tradurre per i tanti amici sordi presenti quanto è scaturito durante la presentazione della mostra. È stato emozionante».

La sua è una famiglia di musicisti, a partire dal padre, Miguel Angel, compositore, direttore d’orchestra e di coro, pianista e organista. Per lei si sono aperte le porte dell’arte, del disegno e della pittura. Ha partecipato al corso d’arte a San Giorgio con tanto impegno, si è sentita subito a proprio agio, compresa a livello artistico e ha iniziato una fitta produzione di quadri che raccontano il suo mondo, le sue emozioni, sentimenti e ricordi tradotti in segni e colori.

Fra gli ospiti Loretta Mignoli e Dario Sparapan, in rappresentanze dell’Ente nazionale sordomuti di Verona, che hanno invitato alla mostra tante persone sorde attraverso un’applicazione particolare tramite internet e Rosaria Giuranna, poetessa eclettica di origine siciliana, sorda, che ha portato la sua esperienza e ha sostenuto Sofia in questo percorso quale esempio e stimolo per tanti giovani sordi a intraprendere la carriera artistica. M.F.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1