CHIUDI
CHIUDI

30.01.2019

Incontri in Baita
per non scordare
gli orrori della storia

Baita della Comunità di Santa Maria di Negrar
Baita della Comunità di Santa Maria di Negrar

La Baita della Comunità di Santa Maria si conferma motore culturale e punto di aggregazione per la frazione di Negrar, ma anche per i paesi vicini, organizzando a stretto giro due appuntamenti legati a ricorrenze italiane e internazionali il cui imperativo è non dimenticare gli orrori di guerre, genocidi, deportazioni e torture. Collaborano con il circolo La Baita e il Comitato Sagra Santa Maria nel sostenere le due iniziative il Comune di Negrar, la biblioteca comunale e l’Associazione Genitori Negrar insieme a una quindicina di sponsor privati “amici della Baita”. La partecipazione è libera.

 

Giovedì 31 gennaio, alle 20.30, per il Giorno del Ricordo il circolo della Baita ha invitato il profugo istriano Giuseppe Piro a diffondere la sua testimonianza sull’esodo giuliano-dalmata (l’emigrazione forzata della maggioranza dei cittadini di etnia e lingua italiana dalla Venezia Giulia e dalla Dalmazia a partire dalla fine della seconda guerra mondiale) e i massacri delle foibe, le grandi cavità carsiche in cui furono gettati senza pietà i corpi delle vittime. Per il Giorno della Memoria, martedì 5 febbraio alle 20.30, la professoressa Elena Peloso guiderà la serata “Il dovere di ricordare” in cui sarà proiettato il dvd “Riflessioni sulla Shoah” di Moni Ovadia, attore, scrittore e musicista di famiglia ebraica sefardita. Questo lavoro contiene un serie di interviste a personaggi famosi del mondo della cultura e dello spettacolo, come Jovanotti, Antonio Albanese e Luciana Littizzetto, e ricostruisce in chiave narrativa il clima in cui si sono sviluppati discriminazioni e stermini. 

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1