CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.01.2018

In anagrafe per 36 anni In pensione la «colonna» Conati

Flavio Conati: il 30 dicembre il suo ultimo giorno di lavoro
Flavio Conati: il 30 dicembre il suo ultimo giorno di lavoro

Gli uffici comunali dell’anagrafe di piazza San Rocco, a Pescantina, hanno perso un punto di riferimento: sabato 30 dicembre, infatti, è stato l’ultimo giorno di lavoro per Flavio Conati che con con l’anno nuovo ha lasciato il servizio ed è andato in pensione. Entrato in Comune il 2 gennaio del 1975, era stato nel primo periodo all’Ufficio tecnico col geometra Riccardo Girotti. Nel 1977 era passato in segreteria e ragioneria con Ivo Piccoli e col segretario Giovanni Zappalà. Dal 1979, ininterrottamente in anagrafe, nel primo periodo con Zeno Quarella, allora anche storico e indimenticato corrispondente dell’Arena. Molti i ricordi di una Pescantina ormami lontana. «Si doveva fare tutto a mano», racconta Conati che ha proseguito la tradizione familiare del padre Celestino, anch’egli per molti anni ufficiale d’anagrafe, dalla proverbiale disponibilità e dotato di una memoria eccezionale per volti, famiglie, storie e luoghi del paese. «Le delibere dovevano essere battute a macchina in sette copie con carta carbone. Guai a sbagliare, perché non c’era nemmeno il “bianchetto” per le correzioni. L’informatica è entrata nel 1982 con la prima “stampantina” che faceva i certificati e poi con i computer che progressivamente hanno fornito all’ufficio un supporto insostituibile», precisa Conati, che è stato anche accompagnatore nel tempo libero delle squadre giovanili del Chievo Verona. «L’anagrafe», continua, «ha avuto due sedi fondamentali: una a palazzo Betteloni in via Madonna e, dal 2002, nel complesso di piazza San Rocco, attigua alla sala consiliare. L’obiettivo è stato quello di essere sempre a servizio del cittadino in tutti i momenti particolari della vita: dalla carta di identità ai certificati di morte, nascita e matrimonio. Spero di esserci riuscito, grazie anche a tutti i colleghi e alle colleghe con cui ho condiviso questo impegno». «Credo sia giusto riconoscere l’impegno che Flavio Conati ha dimostrato in tutti questi anni di servizio verso i cittadini», commenta il consigliere comunale Manuel Fornaser. Conclude il sindaco Luigi Cadura: «Conati si è dimostrato un collaboratore di grande competenza e fedeltà al suo ruolo, servendo più amministrazioni con grande professionalità e disponibilità. Per lui e per tutti dipendenti che sono andati in pensione in questi anni organizzeremo una festa speciale». L.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1