CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.05.2017

I sapori e la storia uniti
nell’attesissima festa

Grandi preparativi per l’edizione 2017, sabato 20 e domenica 21, di «Storia e Sapori», tradizionale festa che, dal 2004, il Comune di Dolcè organizza per la promozione turistica ed enogastronomica del territorio, con la Pro Loco di Volargne ed altre associazioni locali. L’evento attira ogni anno migliaia di visitatori e turisti nel borgo vestito a festa, pronto ad offrire non solo le sue ricchezze culinarie, ma anche quelle storico-culturali.

La manifestazione aprirà sabato 20, alle 17, a Dolcè, con la cerimonia d’intitolazione, a cura del Comune, dell’edificio polifunzionale in piazzetta Tommasini, alla memoria del compianto Giovanni Buio, membro del Gruppo Culturale El Casteleto. «Giovanni Buio», anticipa il sindaco Massimiliano Adamoli, «nella sua vita si è molto speso per valorizzare il nostro territorio, divenendo punto di riferimento per tutti, grazie alla sua passione per la fotografia ed il bello».

Alle 17.30, in sala consiliare, l’archeologo Cristian Fasoli parlerà della Chiusa di Ceraino, incontro organizzato dal Gruppo Culturale El Casteleto, presieduto da Angelo Brusco. Quindi, sempre in municipio, si terrà l’incontro «Quando il Baldo el gha el capel-Vivere, la meteorologia senza allarmismi al tempo di internet», a cura di Meteo Caprino Veronese, promosso dall’Osservatorio per il paesaggio della Valdadige «Terradeiforti», presieduto da Alessandro Castioni. «È un appuntamento molto richiesto per comprendere l’evoluzione di un clima sempre più bizzarro», evidenzia Alessandro Castioni. Subito dopo apriranno le mostre di pittura, scultura e micologia, il mercatino con i lavori antichi, in diversi punti del borgo. Particolarmente attesa sarà l’apertura dei chioschi enogastromici, in funzione sabato, dal tardo pomeriggio, e domenica 21 tutto il giorno, a cura delle associazioni, con prodotti del territorio accompagnati da vini autoctoni come l’Enantio e il Foja Tonda della Terradeiforti.

«Anche quest’anno», interviene l’assessore Carmine D’Onofrio, «Storia e Sapori costituirà un evento frutto della preziosa collaborazione delle associazioni con l’amministrazione comunale». Alle 19.30, per le vie del paese, si esibirà il gruppo vocale Banshees, in canti medievali. Alle 21.30, grande spettacolo con l’esibizione live di Marco Ligabue. Domenica 21, si aprirà con la tradizionale sfilata dei trattori d’epoca (in programma alle 11).

A mezzogiorno entreranno in funzione i numerosi punti eno-gastronomici, dislocati nelle diverse corti di Dolcè e divisi in Corti dei Primi, dei Secondi e del Dolci, con molte proposte, tutte golose. Alle 14, tutti a tifare per la quarta edizione del Palio delle Frazioni, organizzato dai ragazzi del progetto educativo «Tripla», coordinato dall’educatore Nello Dalla Costa. Alle 18.30, inizierà la serata di gala, preceduta da epici duelli di spada e seguita da balli settecenteschi, a cura dell’associazione culturale «Vellutai Città di Ala». Infine, alle 21, in piazza Tullo Centurioni, è in programma il concerto del Corpo bandistico comunale di Dolcè e gran chiusura alle 22.30 con lo spettacolo pirotecnico. Domenica, per tutto il giorno, si effettueranno escursioni in gommone sull’Adige, a cura del Canoa Club di Pescantina, presieduto da Vladi Panato. Informazioni su www.comunedolce.it, www.interseca.it e nella pagina facebook Storia-e-Sapori.G.G.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1