CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.12.2017

Ventitré anni di presepi artigianali Uno è sui fatti più gravi del 2017

La mostra di presepi a Fumane è ormai da considerarsi una vera e propria tradizione: la rassegna di natività ha infatti raggiunto il ventitreesimo anno di età e la diciottesima edizione del Concorso ad essa collegata, grazie ad una formula che si ripete di anno in anno. La rassegna dei presepi si svolge dal 1994 al Centro parrocchiale, grazie anche all’impegno del Comune, della parrocchia, dell’associazione Noi «Tuttinsieme», dei Donatori di sangue, dell’associazione commercianti e vitivinicoltori. Una cinquantina le opere esposte in quest’ultima edizione; vi partecipano gruppi e associazioni, scuole, famiglie, bambini, artisti di ogni età che hanno preparato la loro riproduzione del Natale. Grandissimo il successo di visitatori. La rassegna ospita anche un concorso delle opere, suddiviso nelle sezioni ragazzi, giovani e adulti. Oltre a ciò, verranno dati due importanti riconoscimenti: il premio speciale in memoria di «Dino Righetti», intitolato cioé all’appassionato costruttore di presepi, collaboratore e sostenitore di questa mostra, e il premio popolare espresso dai visitatori della mostra. L’allestimento resterà aperto di domenica e durante le festività dalle 15 alle 20, il sabato dalle 15 alle 18, fino al giorno delle premiazioni che sarà domenica 7 gennaio alle 17. Tra i presepi, merita una visita quello allestito nella chiesa parrocchiale del capoluogo: vi si entra letteralmente dentro ed esso ricorda i fatti violenti e dolorosi accaduti nel 2017. • G.G.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1