CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.01.2018

Botti misteriosi I responsabili sono tre ragazzi

Giancarla Gallo Da più di un mese, cioè da prima di Natale, ogni notte il paese di Fumane è scosso da botti molto forti, capaci di svegliare di soprassalto tutti e creando notevole spavento e preoccupazione. Inizialmente si pensava fossero botti per le feste, come quelli di capodanno, ma poi, finite le festività, non avevano più ragione di essere. Molti cittadini erano spaventati, venendo svegliati nel pieno della notte, temendo che si potesse trattare di tentativi di furto, di devastazioni, di scoppi o di malviventi. È iniziata così una vera e propria caccia ai responsabili di questi scoppi, che sembravano non avere conseguenze visibili, con persone che di notte sorvegliavano la strada o uscivano di casa per accertarsi di spostamenti o presenze. In paese non si parlava d’altro. Coinvolti nella ricerca anche polizia locale e sindaco, che inizialmente si è chiuso nel silenzio per consentire le «indagini». Si è formato un gruppo su WhatsApp per scambiarsi le informazioni. E proprio qui le prime rassicurazioni di chi ha visto qualcosa: «Non preoccupatevi, sono tre ragazzi che vanno in giro a far scoppiare grossi petardi e si filmano coi cellulari e poi mettono i filmati on line», ha scritto un cittadino. «Avranno tra i 17 e i 20 anni, li abbiamo registrati e ora possiamo identificarli», aggiunge un altro. «Ne hanno fatti scoppiare anche nel piazzale della chiesa». Quasi una caccia al malintenzionato, diventato un gioco di paese. «Si tratta di una bravata di ragazzi», afferma il primo cittadino, Mirco Frapporti, che ha tenuto la situazione sotto controllo sin dall’inizio e il giro dei messaggi tra cittadini fumanesi. «Invito questi giovani a presentarsi per parlare, prima che le cose si complichino». •

Giancarla Gallo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1