CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.05.2017

Due ragazze vincono
il primo premio
al torneo di scacchi

Due studentesse di Marano, campionesse di scacchi. Ai campionati nazionali studenteschi di scacchi a squadre che si sono svolti a Montesilvano, in provincia di Pescara, dal 4 al 7 maggio, hanno infatti gareggiato anche Maria Pizzamano e Matilde Rizzi, due ragazze di Marano di Valpolicella che frequentano il liceo scientifico Messedaglia di Verona. Le concorrenti, all’interno di una squadra di quattro componenti (Pizzamano, Rizzi, Bonelli, Murrone), hanno partecipato alla fase finale della competizione. C’erano 1.616 studenti da tutta Italia e loro sono arrivate lì dopo le qualificazioni provinciali di Valeggio di marzo e le regionali di Brendola di aprile. Per il numero di partecipanti il torneo ha ottenuto il Guiness mondiale nell’ambito dei tornei scolastici. La loro non era l’unica squadra veronese. C’erano anche la squadra femminile delle primarie e quella maschile delle secondarie di primo grado dell'istituto Stadio-Borgo Milano. Il risultato più significativo delle squadre veronesi è stato proprio quello della squadra del Messedaglia che si è conquistata un onorevole quinto posto su 29, migliorando di due posizioni il settimo dello scorso anno. Brillante prova di Maria Pizzamano, di Marano, come la compaesana Matilde Rizzi, che si è assicurata la medaglia del primo posto nella classifica della prima scacchiera. Le squadre di Borgo Milano hanno pagato l’emozione della prima volta ai nazionali. Si sono classificate al 22esimo posto su 36 le primarie (Bassan, Vilcova, Di Giulio, Trainotti, Popa, Cappellari), con Popa prima in quinta scacchiera e Cappellari terza in sesta scacchiera,  mentre i Cadetti maschili (Mai, Storti, Romagnoli, Zavtoni,  Sergio) al 27esimo su ben 43 sfidanti. «La passione per gli scacchi delle due ragazze è nata a seguito di alcuni corsi organizzati dall’associazione dilettantistica Scacchi
Valpolicella», ha raccontato la mamma di Maria Pizzamano. «La partecipazione è stata possibile grazie ai contributi del liceo Messedaglia e di Valpolicella Benaco Banca per la squadra del Messedaglia, oltre a quello dei genitori degli studenti coinvolti».A.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il progetto del traforo è stato ridotto (niente camion e una sola canna). Tu cosa faresti?
Facciamo il traforo corto
ok