CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.04.2017

Amarone,
Ulisse ispira
un’etichetta
speciale

Lo stand Domìni Veneti al Vinitaly con i vincitori del concorso di idee
Lo stand Domìni Veneti al Vinitaly con i vincitori del concorso di idee

Niccolò Galimberti e Juri Bonomi dello Slum Design Studio di Firenze sono i vincitori del concorso «Domìni Veneti Wine Mytology Label», lanciato lo scorso autunno da Cantina Valpolicella Negrar mediante Code (COmpetitions for DEsigners), network internazionale di artisti e designer, e con la partnership tecnica di Upm Raflatac e Grafical di Marano.

I nomi dei due progettisti arrivati sul podio del concorso internazionale di graphic design, finalizzato alla creazione di un’etichetta Limited Edition per una selezione di Amarone dell’annata 2012, sono stati rivelati nei giorni scorsi a Verona durante Vinitaly.

In fiera il presidente della cantina cooperativa, Renzo Bighignoli, e la responsabile delle relazioni esterne, Marina Valenti, hanno accolto nello stand Domìni Veneti i vincitori fiorentini del concorso di idee e i rappresentanti di Code, Grafical e Upm Raflatac, partner scelti perché particolarmente qualificati nei loro settori e attenti sul fronte della sostenibilità.

Cosa hanno creato Galimberti e Bonomi per sbaragliare tutti gli altri concorrenti e arrivare sul gradino più alto del podio? Un’etichetta incisa a rilievo con 12 tappe del lungo viaggio di ritorno a Itaca di Ulisse, applicata alla bottiglia in modo da rendere visibile il livello del vino.

È questa, in breve, l’opera che si è aggiudicata il primo premio del concorso, pari a 5mila euro, e che sarà presentata nel dettaglio il 22 giugno nella sede della cantina cooperativa negrarese durante una serata di gala che prevede la mostra dei progetti, premiazioni e cena di gala. «Oltre al viaggio narrato nell’Odissea del mitico eroe greco, sulla cui figura riconosciamo la nostra identità aziendale», fa sapere Cantina Valpolicella Negrar, «l’etichetta vincitrice segna anche un personale percorso di conoscenza e degustazione del vino Amarone, il mitico grande rosso della Valpolicella, il cui nome venne coniato nel 1936 nella nostra bottaia».

Al secondo posto (2mila euro di premio) di «Domìni Veneti Wine Mytology Label» si sono piazzate le professioniste Laura Breier e Anja Gindele di Studio Rio (Monaco di Baviera, Germania).

Infine, il terzo posto (1.000 euro) è stato assegnato a un team composto da Maciek Michalski, Almari Carosini, Marezane Trollip e Donald Chauke dello studio Hitchcock Michalski (Johannesburg, Sudafrica). C.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1