Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
domenica, 23 settembre 2018

A Villa Allegrini
riuniti i giovani
talenti del vino

Villa Della Torre Allegrini a Fumane (BATCH)

I giovani talenti del mondo del vino si incontrano a Villa Della Torre, a Fumane (Verona), per il primo Allegrini Boot Camp.

Quattro giorni di workshop nel cuore della Valpolicella, lezioni enologiche, prove pratiche di vendemmia nei vigneti della famiglia e degustazioni, dedicati a 35 ragazzi tra i 25 e i 30 anni provenienti da tutta Europa (alcuni anche da Russia e Stati Uniti), che già lavorano nel mondo del vino e dell’alta cucina o che studiano per diventarne protagonisti.

«L’evoluzione internazionale del mondo del vino comporta sempre più il coinvolgimento delle giovani generazioni – spiega Marilisa Allegrini -, sia come nuovi consumatori che come operatori del settore. È per quello che diventa quasi un impegno etico per le aziende leader valorizzare i talenti che emergono e le idee di cui sono portatori»

 

Tra gli speaker, il cui intervento è previsto nella giornata di martedì 18 settembre, Aldo Fiordelli, giornalista di Decanter, Stevie Kim, ideatrice di Vinitaly International, Martino Crespi, event manager di Jeunes Restaurateurs, e naturalmente la padrona di casa Marilisa Allegrini, con un contributo di H-Farm, piattaforma digitale e incubatore di idee.

Le degustazioni saranno a cura di Walter Meccia, sommelier del Four Seasons di Firenze, e Gennaro Buono, head sommelier del Capri Palace Group. Tra le iniziative, anche una visita di Verona e un contest sulla comunicazione del vino.