CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

23.08.2018

«Notte barocca in Lessinia» con il Conservatorio

Le navate dell’antica chiesa parrocchiale di Velo, dedicata a San Giovanni Battista, risuoneranno di musica e canti barocchi, questa sera alle 20 per la prima edizione di «Notte barocca in Lessinia», evento a ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti, organizzata dal Conservatorio Evaristo Felice Dall’Abaco di Verona in collaborazione con il Comune di Velo Veronese e sostenuto dal generoso contributo di Vol ortofrutta. Si tratta di un concerto di musica vocale e strumentale del XVIII secolo, proposta dall’Ensemble del Dipartimento di musica antica del Conservatorio, che inaugura così quello che la dirigenza definisce, «un’inedita ma già promettente collaborazione tra il Conservatorio di Verona e la vivace realtà turistica e culturale della Lessinia, che offre una sempre più articolata ed interessante programmazione artistica». Grazie all’ospitalità del sindaco Mario Varalta e del parroco don Giuseppe Brunetto, sarà proposto un programma di musica vocale con un organico a parti reali (non suonano all’unisono, ma o- gnuno una sua parte), su strumenti storici. Il virtuosismo veneto apprezzabile nei Concerti per oboi di Antonio Vivaldi si fonderà con la tinta cosmopolita dei Concerti Grossi di Georg Friedrich Händel, e una cantata matrimoniale di Johann Sebastian Bach (BWV 202) verrà raccontata dalla splendida voce del soprano coreano Eunsoo Jang. La cantante sarà affiancata da Gregorio Carraro e Andres Medina all’oboe; Marco Barbaro al fagotto; Pietro Battistoni, primo violino; Valentina Russo, secondo violino; Vincenzo Bono alla viola; Edvige Forlanelli al violoncello; Mario Filippini al contrabbasso e Nicola Benetti al clavicembalo. •

Vittorio Zambaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1