CHIUDI
CHIUDI

31.01.2018

Valle delle Sfingi
Sul "fungo"
spunta un lampione

Il Sengio dell'Orco, nella Valle delle Sfingi (foto Zambaldo)
Il Sengio dell'Orco, nella Valle delle Sfingi (foto Zambaldo)

È stato sfregiato da un’idea insana il Sengio dell’Orco, più conosciuto come il Fungo di Camposilvano, monumento naturale all’ingresso della Parco della Lessinia in una delle zone più belle e a maggior tutela come la Valle delle Sfingi.

 

Qualcuno ha pensato di attrezzare la grande roccia, modellata da milioni di anni di erosione, con un lampione a energia solare, innestando al vertice del monumento un palo in acciaio alto circa un metro con faro a led e pannellino solare per la carica. Di giorno è un obbrobrio e di notte assolutamente inutile: se la buona intenzione era quella di illuminare uno dei simboli più fotografati della Lessinia sarebbe bastato collocare il lampione nel prato e puntare il faro sul Sengio dell’Orco.

 

Ma chi ha avuto la pensata? Il sindaco Mario Varalta è letteralmente senza parole: «In Comune non è arrivata nessuna richiesta di autorizzazione per quest’opera. Appena l’ho saputo ho mandato il responsabile dell’Ufficio tecnico in sopralluogo: ha redatto un verbale e spedito tutto alla Comunità montana".

 

 Anche il proprietario dell’area casca dalle nuvole: «Ho già fatto denuncia ai carabinieri».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1