CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.12.2017

L’insegnante e l’alunno L’abbraccio dopo 70 anni al tavolo della pizzeria

Aulo Crisma con l'allievo Domenico Longo ritrovato dopo 70 anni
Aulo Crisma con l'allievo Domenico Longo ritrovato dopo 70 anni

Il vecchio scolaro e il vecchio maestro si rivedono dopo settant’anni e si riconoscono. Domenico Longo e Aulo Crisma sono per caso nella stessa sera alla pizzeria Cimbra di Giazza che era stata un tempo la loro scuola. Sono vicini di tavolo, ma ognuno bada alla propria compagnia. È il titolare del locale, anche lui allievo di Crisma, a chiedere al vecchio maestro se conosca la persona anziana che gli sta davanti. Fornisce soltanto qualche indicazione sulla sua casa che si trovava in Contrada di Sopra e sulla sua famiglia numerosa. «È Domenico!», dice e aggiunge: «Domenico Longo, figlio di Toni Safèr». «Immediatamente torno con il pensiero a rivedere la tonda e rubiconda faccina del fanciullo. Ricordo anche sua sorella Dina, dagli occhi vivacissimi», commenta Crisma. L’abbraccio tra i due è spontaneo e pieno di affetto. Domenico racconta che è partito per la Francia nel 1958 per riunirsi agli otto fratelli e ai genitori che erano emigrati cinque anni prima. Aveva lavorato il primo anno a Parigi. Ma non si trovava bene nella smisurata città, trasferendosi poi a Nevers. Non è mai rimasto disoccupato e ha fatto ogni tipo di lavoro. Oggi ha una bella casa in aperta campagna e ogni tre o quattro anni ritorna all’indimenticato paese natìo. Domenico, prima di partire, accompagnato dal figlio e dalla nuora, si è accomiatato con un ultimo saluto al suo maestro, allungandogli un biglietto con l’indirizzo di casa e l’augurio di rivedersi presto. V.Z.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1