CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.08.2018

La Festa di Santa Viola era piccola, ora è grande

L’entusiasmo a una serata della Festa grande di Santa Viola
L’entusiasmo a una serata della Festa grande di Santa Viola

Da sabato al 20 di agosto, ad Azzago, sul Pian degli Arfui, si svolgerà la 44a Festa grande di Santa Viola: ai piedi dell’omonima pineta, sarà come sempre una maratona di solidarietà, animazione, ristorazione e spettacolo. Il programma religioso prevede nei giorni feriali (ad eccezione di sabato prossimo), la messa nella chiesetta di Santa Viola alle 16.30 e nei giorni festivi alle 11.30. Si inizia dopodomani con la giornata dell’alpino e la festa InSuperAbile. Sono previsti l’ammassamento delle penne nere alle 10.30 e la sfilata della banda, a cui seguirà alle 11 la messa con la partecipazione del vescovo Giuseppe Zenti; alle 12,30 il pranzo per gli ospiti e dalle 14.30 musica, passeggiate a cavallo (Horsey Valley-Cortemolon) e lo spettacolo DanceAbility, a cura dell’associazione Diversamente in Danza. Inserito nel programma della festa, domani si svolgerà lo show itinerante di Telearena «I talenti ne L’Arena» che vedrà cimentarsi i concorrenti nelle sezioni di canto, danza e varietà. Protagoniste di questa settima tappa saranno anche le ragazze in gara per il concorso di bellezza «Miss Lessinia Telearena» (la vincitrice finale, al termine del tour, diventerà il nuovo volto dell’emittente televisiva). Tre saranno le concorrenti che potranno accedere alle semifinali, dopo aver sfilato in abiti casual, eleganti e costumi da bagno. Durante lo spettacolo non mancheranno gli ospiti e i momenti divertenti. LEONARDO BELLONI, il nuovo presidente del Comitato di promozione della Festa, nel libretto-programma, ricordando la sua esperienza di bimbo di tre anni insieme ad altri bambini, al seguito dei genitori impegnati nell’organizzazione di questo evento, sottolinea: «“Tutti insieme” è il comune denominatore dei tanti bei momenti trascorsi alla Festa grande di Santa Viola e vorrei diventasse il nostro nuovo motto, il collante che ci unisce anche nei momenti di sconforto. “Tutti insieme” abbiamo affrontato la sfida dell’adeguamento delle norme di sicurezza degli eventi pubblici, predisponendo un piano emergenza, adatto alle eventuali nostre emergenze (legate principalmente al meteo), oltre a tener conto delle nuove normative. “Tutti insieme” abbiamo predisposto un ricco programma, con conferme e novità, che lascio ai nostri graditi ospiti scoprire giorno per giorno». E conclude: «Oggi mi ritrovo con l’onore e l’onere di guidare questo fantastico gruppo di persone dalla disponibilità immensa e dalle risorse inesauribili. A tutti loro un caloroso grazie, perché rendono possibile questa avventura. Un grazie al mio predecessore - Sergio Birtele - e tutti gli altri presidenti fino al primo (il padre Franco Belloni ndr) che ringrazio particolarmente». Era il 1974 quando il gruppo locale degli alpini per festeggiare la ristrutturazione della chiesetta di Santa Viola, diede incarico al giovane studente Ezio Peraro e ai suoi amici di organizzare una «sagra, in cui deve esserci la banda musicale cittadina di Grezzana». Festa semplice che, in quanto a partecipazione, pose le basi per il futuro. Venne poi nominato un comitato ed eletto presidente Franco Belloni, rinnovatosi negli anni, come si è continuamente aggiornata la Festa grande di Santa Viola che ha acquisito un importante ruolo nel panorama degli eventi veronesi, complici l’apertura del prato degli Arfui e il periodo di ferie. AGGIUNGE il sindaco Arturo Alberti: «Nella ricerca del bene comune, degli obiettivi di convivenza civile, dei mezzi e pratiche per attuarli nella vita delle nostre comunità, la Festa Grande di Santa Viola dimostra come la solidarietà, non impoverisce, anzi arricchisce e moltiplica». Il primo cittadino si congratula poi con i collaboratori «eccezionali volontari che allestiscono e gestiscono l’evento, portando avanti una tradizione, che offre anche l’occasione, per tutti, di rigenerarsi e trovare giusti stimoli per una giusta ripartenza dopo le ferie». Ritornando alla Festa grande di Santa Viola 2018, di cui sono main sponsor I Frantoi Redoro, gli organizzatori ricordano il rispetto verso l’ambiente, una guida prudente - seguendo segnaletica e sensi unici - e la moderazione nell’assunzione di alcolici e poi i divieti. Tra questi quello del divieto di vendita di alcolici ai minori di 18 anni, di accendere fuochi (specie vicino alla pineta) di campeggiare e bivaccare, nonché portare nell’area della festa alcun tipo di contenitore in vetro. Dall’altro canto è prevista l’assistenza medica, durante l’apertura delle manifestazioni della sagra. Nel variegato menù spiccano anche la zuppa d’orzo «Vegan friendly» e il piatto vegetariano. •

Alessandra Scolari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1