CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

16.07.2017

Alpini «pellegrini»
a Passo Fittanze
«Noi, forza di pace»

Caricamento in corso ...

Centinaia di alpini con i gagliardetti dei gruppi veronesi e migliaia di persone hanno affollato Passo Fittanze per il 46° pellegrinaggio sezionale dell’Associazione nazionale alpini di Verona. Accompagnati dalla banda Città di Grezzana hanno sfilato portando i cappelli degli alpini Ivo Squaranti e Pietro Tosoni “che sono andati avanti” e due corone d’alloro che sono state deposte al monumento che ricorda i Caduti di tutte le guerre. Ha concelabrato la messa, animata dal coro La Sengia della Lessinia il vescovo monsignor Giuseppe Zenti, con il cappellano sezionale don Rino Massella, il segretario don Nicola e don Lino Poffe, missionario stimmatino.

 

Presente anche una delegazione della sezione di Trento e il gruppo di Ala da cui è arrivato l’invito ad essere a Trento per l’adunata del 2018. Luciano Bertagnoli, presidente della sezione veronese ha ringraziato i gruppi alpini scaligeri per la grande partecipazione alle cerimonie sull'Ortigara, con tutti i 200 gagliardetti veronesi presenti: «Il ricordo dei nostri Caduti non ci consente di smettere di lottare anche in tempo di pace per ribadire l'attaccamento ai nostri valori: siamo dei precettati a tempo indeterminato per l’Italia», ha ammonito Bertagnoli.

 

Nell’omelia monsignor Zenti ha parlato di seme fecondo della Parola di Dio, ispirato dalle letture della liturgia, e assimilato la terra feconda all’umiltà degli alpini «condizione per accogliere tutti i valori, quelli umani e quelli spirituali. Faccio appello all’Europa che può essere costruita solo facendo riferimento esplicito alle nostre radici cristiane. Nello stesso tempo occorre essere capaci di accogliere, perché non si può far finta di non vedere che ci sono tante famiglie nostre in difficoltà e tanti immigrati che vivono in condizioni di povertà estrema. Occorre buon senso e capacità per governare situazioni difficili. Prego per il senso di responsabilità di tutti noi», ha concluso il vescovo fra gli applausi. 

Vittorio Zambaldo
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1