CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.08.2018

Staffetta alla base
Nato, Bisson
subentra a Fasoli

Il tenente colonnello Diego Fasoli, a sinistra, accoglie il nuovo comandante Christian Bisson
Il tenente colonnello Diego Fasoli, a sinistra, accoglie il nuovo comandante Christian Bisson

C’è un nuovo comandante alla base Nato Communication and information agency (Ncia) Sgs F14, di Lughezzano: si tratta del tenete colonnello Christian Bisson, proveniente dal Primo Reparto tecnico comunicazioni Squadriglia Tlc di Padova, di cui è stato comandante negli ultimi tre anni, partecipando più volte ad operazioni fuori dai confini nazionali, in Kosovo. Significativa, altresì, la sua esperienza in ambiente militare aeronautico, dove ha condotto e gestito il personale responsabile della manutenzione avanzata dei sistemi di telecomunicazione, impiegato nella Quarta Brigata Telecomunicazioni e Sistemi per la difesa aerea e l’assistenza al volo di Borgo Piave (Latina). Bisson è subentrato al parigrado Diego Fasoli, che assumerà l’incarico di comandante del Gruppo servizi supporto operativi al Terzo Stormo Aeronautica militare di Villafranca, rafforzando ancora di più il collegamento tra la base aeronautica e l’ente Nato di Lughezzano. La cerimonia con il passaggio della bandiera della base dalle mani dei due comandanti è avvenuta nel perimetro militare, presente il comandante del Terzo Stormo aeronautica militare di Villafranca colonnello Pietro Spagnoli, il Satcom Delivery manager della Ncia Richard Griffits, il consigliere Daniele Garonzi, delegato dal sindaco a rappresentare il Comune di Bosco Chiesanuova e il direttore delle Dogane di Verona Antonio Vitale, oltre ad altre autorità civili e militari provenienti dai reparti Nato con i quali il Satcom di Lughezzano intrattiene rapporti lavorativi: il Daccc Nato di Poggio Renatico (Ferrara) e il Ncia Csu Naples di Lago Patria (Napoli). Il tenente colonnello Fasoli ha salutato il personale civile e militare, ha ricordato come il merito dei successi del comando sia frutto della professionalità, del lavoro quotidiano, dell’impegno, del sacrificio e della generosità messa in campo da quanti vi lavorano ed ha esortato il personale a fornire il prezioso contributo anche al nuovo comandante. Commozione e gioia hanno accompagnato il saluto al comandante Fasoli, apprezzato per le sue doti e capacità sia dai suoi superiori che dai collaboratori e stimato da chi ha avuto modo di conoscerlo. Il Satcom delivery manager della NCIA Richard Griffits lo ha elogiato per aver saputo guidare la complessa fase di ammodernamento delle infrastrutture della stazione F14. Nonostante la complessità del progetto e le immancabili problematiche, competenza e professionalità del comandante Fasoli hanno permesso una fattiva azione di comando, riconosciuta anche dai suoi collaboratori. Il colonnello Pietro Spagnoli ha augurato buon lavoro al nuovo comandante Bisson e al suo staff, con la certezza che la base Nato di Lughezzano continuerà ad avere il necessario supporto del Terzo Stormo, come avvenuto in passato, anche grazie al trasferimento del comandante Fasoli. La cerimonia, tenutasi in inglese e italiano, si è conclusa con lo scambio dei doni e il tradizionale brindisi aeronautico «Ghere ghere ghez», che la tradizione fa risalire al verso dell’aquila quando attacca o, come credono altri, al r umore del dispositivo di sincronizzazione di mitragliatrice ed elica montato sui primi aerei da caccia, che permetteva di sparare attraverso le pale in movimento. Il comandante Bisson raccoglie le redini di una stazione Nato in ottima forma ed altamente motivata e che grazie alle sue pregresse esperienze, riuscirà a gestire al meglio. I lavori di ammodernamento e ampliamento della base, scelta come seconda super stazione con quella di Kester in Belgio, sono in fase avanzata, con la conclusione prevista nel 2019, per fornire i sistemi Ict avanzati, cioè tecnologie di comunicazione e informazione satellitare per le missioni ed esercitazioni Nato in contesti di regioni isolate o in alto mare, dove non esistono infrastrutture comunicative efficienti.

Vittorio Zambaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1