CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

25.02.2018

Pinocchio in danza uno spettacolo contro il bullismo

Incontro-spettacolo sul tema del bullismo oggi alle 16 al Teatro Vittoria con lo spettacolo di danza «#Testa di legno», proposto dalla compagnia ErsiliaDanza su coreografia e regia di Alberto Munarin e la supervisione artistica di Laura Corradi. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Istituto comprensivo di Bosco Chiesanuova, il patrocinio del Comune e dell’Ufficio scolastico del Veneto. Alle 17, al termine dello spettacolo, si aprirà il dibattito sul tema del bullismo con la partecipazione di esperti ed esponenti anche delle forze dell’ordine. #Testadilegno tratta tematiche legate al manifestarsi del pregiudizio e di quella forma di prevaricazione violenta e umiliante del bullismo che spesso si insinua tra gli adolescenti. «Quando un elemento insolito irrompe nella conformismo comportamentale o nel modo di vestirsi ed esprimersi del gruppo dei pari, il pensiero si arrocca su posizioni difensive di chiusura: la diversità mette in discussione, in dubbio le certezze e le abitudini. (...) Un inconsapevole atteggiamento difensivo di chiusura gli impedisce di beneficiare della diversità come fonte di ricchezza, occasione di confronto, crescita personale», scrivono gli autori nella scheda di presentazione del progetto. Lo spettacolo si concentra sul rapporto tra Pinocchio, il Gatto e la Volpe. Il primo così legnoso, diverso e ingenuo, i due così «finti» nel presentarsi come cieco l’uno e menomato l’altro. Gatto e Volpe sono due adolescenti che se la spassano allegramente, tra loro c’è complicità e affinità: sono l’eco l’uno dell’altro. In questo rapporto di complicità trovano equilibrio. Pinocchio, burattino che si crede bambino, attira la loro attenzione: è denigrato, imbrogliato, preso in giro per aver creduto che seppellendo le sue monete avrebbe visto nascere un albero di soldi. •

V.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1