CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

16.03.2017

Lughezzano, Nato
apre la propria base
ai visitatori

Ha aperto i cancelli per la prima volta a quasi quarant’anni dalla sua costruzione, la base Satcom Ground Station F14 di Lughezzano, cioè la stazione terrestre di comunicazioni satellitari della Nato, affidata agli esperti dell’Aeronautica militare italiana.

A entrarci per primi sono stati i bambini di quinta delle scuole primarie di Bosco Chiesanuova e Corbiolo, accompagnati dagli insegnanti e dal sindaco Claudio Melotti. L’occasione è stata la messa a dimora delle prime piante di un lotto di 400 fornite dal vivaio dei carabinieri forestali di Peri per rimboschire il perimetro della base che si sta ampliando con tre nuove antenne satellitari.

 

I bambini sono stati accolti dal comandante, il tenente colonnello Diego Fasoli, che coadiuvato dai colleghi ha illustrato le finalità dei satelliti e a che cosa serva il grande orecchio posizionato sotto la sfera bianca che emerge all’interno della base. Molto interessati dalle spiegazioni i ragazzi sono intervenuti con diverse domande, incuriositi e affascinati soprattutto dalla visita alla parabola satellitare e alle sue modalità di trasmissione e ricezione.

È l’inizio di un nuovo corso di apertura verso l’esterno che il comandante ha voluto avviare dai bambini. Intanto proseguono i lavori per la posa delle nuove parabole destinate a far diventare la base di Lughezzano la più importante in Europa nel sistema comunicativo dell’Alleanza atlantica assieme alla base F1 di Kester, in Belgio. 

 

Vittorio Zambaldo
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1