CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

10.02.2018

Una mostra tira l’altra Convegno annuale dell’associazione Rivela

Convegno annuale dell’associazione Rivela, questa sera a San Vito al Mantico, alle 20.30 nel salone parrocchiale. Saranno illustrati i dati conclusivi delle mostre del 2017 e verranno presentate le nuove mostre per l’anno 2018: «Un dramma avvolto di splendori. Uomini e donne al lavoro nella pittura di Jean Francois Millet»; «La Terra più amata da Dio. La custodia di Terra Santa»; «In fondo al cammino c’è Qualcuno che ti aspetta. Lo splendore della speranza nel Portico della Gloria»; «Tessere la Tua lode. Le opere lignee di fra’ Giovanni da Verona in Santa Maria in Organo». Le Mostre itineranti, nel 2017, hanno toccato 40 località nella provincia di Verona, con alcune tappe nelle province di Brescia, Venezia, Padova e Rovigo. Le esposizioni si sono inserite in diversi e nuovi contesti: sagre, fiere, parrocchie, sedi di comuni, biblioteche, scuole, festival. Complessivamente le mostre sono state visitate da circa 22mila persone. Sono stati 480 i volontari che in forme diverse hanno collaborato all’organizzazione delle rassegne visitate da 310 classi delle scuole del territorio per un totale di circa 6.500 studenti. Hanno partecipato ai laboratori didattici organizzati all’interno delle esposizioni circa 1.500 ragazzi. Gli incontri e le tavole rotonde hanno avuto una partecipazione di 1.800 persone. Hanno visitato le mostre 80 amministratori locali. SPIEGA Ermanno Benetti, fondatore di Rivela: «Attendiamo ospiti provenienti da varie città italiane e tra questi i responsabili del Meeting per l’amicizia fra i popoli di Rimini con cui Rivela ha una storica collaborazione. Saranno ospiti in rappresentanza delle istituzioni locali il sindaco di Bussolengo, Paola Boscaini, monsignor Giancarlo Grandis, vicario emerito della cultura per la diocesi di Verona, Adriano Tomba segretario generale della Fondazione Cattolica Assicurazioni, Alberto Motta, direttore della Fondazione Giorgio Zanotto. Quest’anno abbiamo puntato l’obiettivo sui temi della rappresentazione del lavoro nella pittura dell’Ottocento con l’opera di Jean Francois Millet nei cui dipinti esplode una simpatia profonda per la quotidiana fatica degli uomini. Al centro, poi, la tormentata terra di Palestina con la mostra che ricorda gli 800 anni di Custodia dei luoghi che Gesù ha abitato. La Custodia di Terra Santa mantenuta dai Francescani tiene viva la memoria della storicità del cristianesimo inscritta in quei luoghi, spesso divisi da grandi conflitti, e accoglie i pellegrini provenienti da tutto il mondo. Infine il tema del pellegrinaggio con il Cammino di Santiago di Compostela e la speranza che accompagna la visione del Portico della Gloria nella cattedrale, dove un immenso “libro di pietra” parla al pellegrino che giunge dai punti più insospettati del pianeta al termine del suo viaggio». L.C.

L.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1