CHIUDI
CHIUDI

05.01.2019

Tornano i carabinieri. E saranno sette in più

La caserma dell’Arma in via Mazzini 52 a Negrar
La caserma dell’Arma in via Mazzini 52 a Negrar

Ha riaperto, dopo sei anni e qualche mese. È tornata operativa da ieri la stazione dei carabinieri di Negrar in via Mazzini 52 guidata dal maresciallo Nico Bernabei e dal suo vice Alfredo Consalvi. La ristrutturazione dell’edificio comunale in centro, che ospita la caserma dell’Arma fin dal 1927, è stata completata dal Comune nel dicembre 2018 dopo un cantiere complesso durato un paio d’anni e per un totale di spesa di 800mila euro compresa la progettazione. Ma l’edificio era chiuso e inutilizzato dal 2012, quando durante l’amministrazione Dal Negro fu sgomberato a seguito dei danni strutturali causati dal terremoto che aveva colpito il Veronese quell’anno. Ora la stazione dei carabinieri è tornata, totalmente riqualificata e pronta anche a un potenziamento dell’organico che porterà da cinque a 12 i carabinieri in servizio. Sono attive le linee telefoniche e i carabinieri rispondono al numero 045.7500031. Gli orari di apertura al pubblico degli uffici in caserma, inoltre, sono i seguenti: dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 13 e dalle 15 alle 19.30; nei giorni festivi dalle 8.30 alle 13. I MILITARI sono rientrati a pieno regime nel centro del capoluogo dopo aver ripiegato nella stazione carabinieri di San Pietro in Cariano nell’ottobre 2012, azione decisa dall’allora comandante provinciale dell’Arma colonnello Paolo Edera. È finita, dunque, la lunga convivenza con i carabinieri di San Pietro. Per favorire gli utenti negraresi in attesa di tornare in pianta stabile in via Mazzini, inoltre, sei anni fa fu aperto un front office per il pubblico in via Francia, nella Palazzina servizi del Comune. Questo ufficio temporaneo ha chiuso i battenti, ora: i carabinieri stanno sgomberando i locali, trasferendo materiali e documenti nella caserma rimessa a nuovo, dove tornano a ricevere i cittadini. Il maresciallo Bernabei si è trasferito già da qualche settimana con la famiglia all’interno della caserma. Se il piano terra è disposto per uffici e accoglienza, infatti, i due piani superiori sono riservati al personale e all’alloggio del comandante. Con l’arrivo anche degli uomini di Bernabei, adesso, il ritorno è completo. «Siamo felici che finalmente i carabinieri siano potuti tornare in centro, nell’edificio storico in cui i negraresi li aspettano da anni e sono abituati a vederli», commenta il sindaco, Roberto Grison. Mesi fa, tra l’altro, il primo cittadino aveva anticipato l’intenzione dell’amministrazione di mettere a disposizione dell’unità locale di Protezione civile i locali in via Francia non più utili ai carabinieri. «Siamo orgogliosi di vedere il ritorno dei carabinieri in via Mazzini dopo tanto tempo», aggiunge l’assessore ai lavori pubblici, Bruno Quintarelli. «La realizzazione di questa ristrutturazione non è stata semplice. L’impegno dell’amministrazione a portarla a termine è stato volto soprattutto ad esprimere gratitudine, stima e riconoscenza all’Arma per il lavoro fondamentale svolto quotidianamente sul nostro territorio a favore della tutela della sicurezza di tutti. Confermiamo la volontà nel portare continui miglioramenti sulle strutture al servizio dei carabinieri e a favore dei cittadini». •

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1