CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.11.2017

Trent’anni di sana cultura
L’Università ha fatto centro

Il libro del 30° anniversario
Il libro del 30° anniversario

Compie 30 anni il «Movimento culturale San Martino-università della terza età e del tempo disponibile».

Un bel traguardo, che trova l’associazione veramente «in movimento» e vitale. La celebrazione dell’evento avverrà il 6 novembre al teatro «Egidio Peroni» con l’intervento, dopo i saluti della presidenza, di Marta Merzari e il suo gruppo di chitarre e del cantastorie Otello Perazzoli.

Quando, tra aprile e maggio del 1987, partirono i due corsi sperimentali dell’Ute, si iscrissero in 17. «Un numero bene augurante», dice Roberto Corradi autore del libretto Trent’anni in movimento, edizioni Gianni Bussinelli, che celebra l’importante anniversario. Oggi, infatti, i corsi, per 6 ore settimanali, divise in 3 giorni, sono una trentina, una quindicina i laboratori e gli iscritti quasi 450. Trent’anni sono passati da quando don Giovanni Giusti, allora parroco in paese, Silvio Benini, noto medico condotto a San Martino, il dottor Damiano Braggion e l’ingegner Ettore Meneghello, ebbero l’idea di offrire a uomini e donne della terza età o, comunque, che avevano del tempo libero, un’alternativa culturale all’osteria, alla partita a bocce o allo stare davanti alla tv: avevano ragione, visto cos’è seguito alla loro intuizione.

A dar loro una mano nel progetto, intervennero insegnanti delle medie Berto Barbarani: Donatella Festi, Luciana Musola, Maria Grazia Pacilli, Battista Tamellini, Ada Trani e Lina Zenato, con il dottor Damiano Braggion e la dottoressa Paola Cassandrini. Anche il Comune ha sempre patrocinato il Movimento culturale in questi 30 anni, offrendo gli ambienti per le lezioni.

Ci sono stati pure momenti critici ma anche sempre persone attive la cui memoria è fondamentale per l’istituzione: don Giovanni Giusti, Silvio Benini, Isa Donini Ferrari, Antonio Ferrari, Onelio Leali, Giuseppe Foroni, noto come Eddo, e Antonio Squarcini.

L’elenco potrebbe continuare. Anche attraverso le pubblicazioni, l’Università ha raccontato la storia del Movimento: «La nostra voce», «I tempi lunghi della memoria», «I goliardi», «Quando la memoria ricorda», «Nonno raccontami una storia», e quelle per gli anniversari, come 1987-1997 «Dieci anni di attività», «La carica dei quattrocento (per i 20 anni) fino a Trent’anni in movimento.

«Ciò che sembrava impossibile 30 anni fa, oggi è una splendida realtà», commenta Rocco Caniglia, presidente Movimento-Università, «e con il direttivo continueremo su questa strada visto il grande apprezzamento di chi ci segue e ci ripaga di soddisfazioni».G.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1