CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

26.07.2018

Professione volontario civico Adesso ci sono più certezze

Il Consiglio comunale ha approvato il regolamento per l’istituzione e la gestione del servizio di volontariato civico e perciò anche a San Martino Buon Albergo i volontari saranno riconosciuti come figure che rispondono a determinati criteri, stabiliti nel regolamento. La delibera riconosce che «il volontario è una persona che, per sua scelta, svolge attività in favore della comunità e del bene comune, mettendo a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per promuovere risposte ai bisogni delle persone e delle comunità beneficiarie delle sue azioni, in modo personale, spontaneo e gratuito, senza fini di lucro, neanche indiretti, ed esclusivamente per fini di solidarietà». I cittadini che aderiranno, potranno essere da supporto in piccole manutenzioni di aree verdi, aiuole e altre aree pubbliche, nell’aprire e chiudere parchi e in caso di calamità. I volontari civici potranno collaborare con la polizia locale, per eventi promossi dal Comune, per regolare il traffico e essere di supporto nell’organizzazione di manifestazioni. La delibera, approvata all’unanimità, è immediatamente eseguibile così da accelerare i tempi per l’istituzione di un Albo dei volontari. Nel regolamento si stabilisce che gli iscritti dovranno essere maggiorenni, residenti nel Comune, anche stranieri ma con permesso di soggiorno, liberi da condanne o procedimenti penali in corso, godere dei diritti civili ed essere in possesso di certificato di idoneità fisica del proprio medico curante. Possono partecipare anche pensionati per invalidità o diversamente abili che saranno adibiti a mansioni compatibili con la propria condizione fisica. Per partecipare è sufficiente una domanda in carta semplice, ma l’avvio al volontariato è condizionato alla formazione da parte del Comune sui rischi specifici legati alle mansione assunte. Non ci sarà, fra volontari e Comune, alcun vincolo di subordinazione e i volontari non possono occupare posti vacanti nella pianta organica del comune, né comportare la soppressione di posti. L’iscrizione all’Albo può essere annullata in qualsiasi momento da entrambe le parti. «È un’iniziativa che nasce per consentire ai cittadini di mettere a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità a favore della comunità», dice il sindaco Franco De Santi, «e il prossimo passo sarà l’istituzione della Banca del tempo, che l’assessore alle Politiche sociali Roberta Scaravelli e il consigliere Laura Zenzolo stanno mettendo a punto insieme all’Università della terza età». Per il vicesindaco e assessore all’Ecologia Mauro Gaspari, «questa nuova figura nasce a seguito dell’esperienza molto positiva degli assistenti civici ambientali, che da anni contribuiscono alla manutenzione dei sentieri. Il regolamento, che introduce anche l’assicurazione per chi aderisce, è stato approvato in risposta alla disponibilità che molti hanno dato per gestire semplici attività, come sistemare un’aiuola vicino a casa o negozio. Piccoli gesti, che però possono risultare determinanti nel garantire il decoro e l’ordine, insieme alle istituzioni». •

V.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1