CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.07.2014

L'Endurance festival ha fatto il pieno

Il passaggio dei cavalieri sotto l'argine dell'Adige: uno spettacolo di sport e di partecipazione
Il passaggio dei cavalieri sotto l'argine dell'Adige: uno spettacolo di sport e di partecipazione

L'«Italia Endurance Festival», la grande kermesse equestre in programma al parco di Pontoncello, ha portato una ventata di freschezza in riva all'Adige, con una quarantina di squadre juniores da tutto il mondo: sono stati gli spagnoli a dominare la prima giornata di gare, con Gil Berenguer Carrera su Nina Bin Menfis e Paula Muntala Sanchez su Shagya Irisz. Il primo, ha tagliato il traguardo in cinque ore e 49 minuti a una velocità media di poco più di 21 km/h, aggiudicandosi il titolo continentale. Paula, si è piazzata terza a quattro minuti dal connazionale e preceduta dalla francese Nina Lissarrague su Ainhoa Catharissime, seconda con un distacco di due minuti e mezzo. Quarta l'italiana Carolina Tavassoli Asli su Pallas, a dieci minuti dal vincitore. L'endurance è una disciplina paragonabile alla maratona, però qui si fatica in coppia, cavallo e cavaliere che tra loro devono raggiunge livelli di sintonia molto elevati e, nonostante sia un filone dell'ippica ancora poco conosciuto in Italia, nei Paesi Arabi è considerato sport nazionale. Al quartier generale appassionati e curiosi possono ammirare magnifici esemplari di cavallo arabo, la razza regina.
Per sportivi e spettatori le Pro loco di San Martino, Belfiore e San Giovanni Lupatoto hanno organizzato un ricco cartellone di eventi, per tutta la durata della manifestazione, che è disponibile sul sito ufficiale della kermesse (www.italiaendurancefestival.it).
Una della serate di punta è in programma sabato 19 e domenica 20 luglio, alle 20.30, al quartier generale della manifestazione, a Mambrotta. Grazie alla partnership con Fieracavalli e con l'Associazione Cavallo&Company si terrà uno show emozionante che riprende le ambientazioni di un torneo medievale. I concorrenti si cimenteranno in una serie di prove: quella del giavellotto, la giostra dell'anello, la giostra del saracino e lo scontro fra cavalieri in cui ognuno cercherà, con la propria lancia, di disarcionare l'avversario.
C'è soddisfazione intanto in paese fra albergatori e proprietari di bed & breakfast che hanno tutto esaurito fino al 27 luglio. Luciano Campedelli proprietario del B&B Mambrotta, «ce ne vorrebbero altri di eventi simili. Ho tutto prenotato fino a fine mese e so di certo che tante altre attività ricettive stanno beneficiando della presenza di oltre 400 persone da tutta Europa». All'Agriturismo Pellegrini sono presenti da una ventina di giorni le squadre russa e spagnola.
Per il sindaco Valerio Avesani «abbiamo già vinto il nostro campionato contribuendo a dare nuovo slancio al territorio, opportunità di lavoro alle attività del paese, non solo quelle ricettive, ma anche a quelle legate all'enogastronomia e all'agricoltura. La manifestazione è anche l'occasione per fare conoscere a livello internazionale uno dei fiori all'occhiello del nostro territorio, il parco del Pontoncello».
Il vicesindaco Franco De Santi ribadisce che «non è stato speso un centesimo per l'evento e i 7mila euro denunciati dal Pd fanno parte di un fondo del 15 per cento sul premio di produzione dei dipendenti destinato alle attività collaterali che, se non viene utilizzato, va per legge ridistribuito ai dipendenti a fine anno».V.Z.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1