CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.12.2017

I rifiuti e le risorse La regola delle 4 erre e i ragazzi

Un operatore al lavoro in una distesa di lattine da riciclare
Un operatore al lavoro in una distesa di lattine da riciclare

Vittorio Zambaldo Anche per quest’anno scolastico, l’Istituto comprensivo di San Martino Buon Albergo partecipa al progetto di educazione ambientale «Dai rifiuti…tante risorse», promosso dall’assessorato all’Ecologia e realizzato dall’associazione AMEntelibera. L’iniziativa, dedicata al tema dei rifiuti, coinvolge in particolare le classi quarte delle elementari «Salvo D’Acquisto», «Todaro» e «Salgari» e le classi prime delle medie «Barbarani». Complessivamente, sono interessati 330 alunni di 14 classi. «L’obiettivo del progetto è rendere consapevoli anche i più bambini del loro ruolo di cittadini e sensibilizzarli a partire dai loro piccoli comportamenti quotidiani nel rispetto dell’ambiente con una gestione corretta dei rifiuti», spiega Tecla Soave, che si occupa delle attività nelle scuole per conto dell’associazione AMEntelibera. Con modalità diverse, calibrate sull’età, gli studenti «imparano facendo» quanto sia importante la raccolta differenziata fatta correttamente per poter risparmiare risorse e rispettare l’ambiente, oltre che per ridurre la quantità di rifiuti prodotti. «Alla regola delle quattro erre (ridurre, riciclare, recuperare e riutilizzare) che tutti dobbiamo ricordare quando si parla di rifiuti, gli studenti imparano ad aggiungerne una quinta: la responsabilità che abbiamo in materia di rifiuti, perché tutti ne siamo produttori», precisa Soave. Le classi delle scuole primarie sono state coinvolte in due incontri di due ore ciascuno: i bambini, attraverso giochi di ruolo e laboratori di riutilizzo creativo, hanno sperimentato la regola delle quattro erre, compreso come possano imparare a ridurre i rifiuti in linea con le indicazioni della «Settimana europea per la riduzione dei rifiuti» (18-26 novembre) e a migliorare la raccolta differenziata anche all’interno della scuola stessa. «Gli incontri con le classi delle medie si svolgeranno invece nel mese di dicembre», aggiunge Soave, «e i ragazzi approfondiranno il tema dei rifiuti (cosa sono, quali sono le loro diverse destinazioni) e saranno stimolati a migliorare la raccolta differenziata attraverso la conoscenza dei diversi materiali di cui sono comunemente costituiti i rifiuti solidi urbani, imparando a leggere le loro etichette e i simboli più comuni dei diversi materiali. La lettura delle etichette li porterà anche a conoscere alcune certificazioni, importanti nell’ottica della sostenibilità ambientale. Gli incontri saranno un’occasione anche per introdurre i ragazzi nel concetto di Economia circolare. Infine, a tutte le classi dell’Istituto comprensivo verrà consegnata la locandina “A scuola facciamo la differenza!” con le indicazioni per svolgere al meglio la raccolta differenziata anche a scuola». Per il vicesindaco e assessore all’Ecologia Mauro Gaspari, «la nostra azione sulla gestione dei rifiuti prosegue su un doppio binario: da un lato i continui controlli e le sanzioni che vengono erogate dalla Polizia locale, sempre attenta in questo ambito, dall’altro con l’informazione nelle scuole attraverso attività che da anni finanziamo e continueremo a sostenere, convinti che sia necessario investire culturalmente sulle nuove generazioni». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1