CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.02.2018

«Risorgive» degli studenti Sorgenti di nuove ricerche

La ciclopedonale delle «Risorgive» che va dall’Adige al Mincio, è stata oggetto di studio da parte dell’istituto Einaudi di Verona
La ciclopedonale delle «Risorgive» che va dall’Adige al Mincio, è stata oggetto di studio da parte dell’istituto Einaudi di Verona

Renzo Gastaldo Il percorso ciclopedonale delle Risorgive sarà «portato» al’Istituto Einaudi di Verona. Venerdì prossimo, dalle 9 alle 12, l’aula magna dell’istituto tecnico economico di via San Giacomo ospiterà infatti un convegno sul «Percorso delle Risorgive», la nuova ciclovia, recentemente entrata in funzione, che collega l’Adige al Mincio. Il convegno, organizzato dagli studenti dell’Istituto nell’ambito del progetto nazionale «Asoc - A Scuola di OpenCoesione», presenterà i primi risultati della ricerca «Pit-stop alle Risorgive» volta a descrivere e a valutare i molteplici aspetti di quest’opera. L’incontro costituirà inoltre un’utile occasione di confronto fra gli amministratori di ben otto Comuni del medio Veronese toccati dal percorso e con i rappresentanti di associazioni sportive e ambientaliste. Il team di ricerca dei giovani dell’Einaudi, che si è dato il nome di «Biking the Road», rappresenta l’unico istituto scolastico veronese ammesso a partecipare all’edizione 2017-18 di Asoc. Questo innovativo progetto di didattica sperimentale, che promuove principi di cittadinanza attiva e consapevole realizzando attività di ricerca e monitoraggio, rientra nell’ambito di OpenCoesione, il portale nazionale ufficiale che, nella logica della trasparenza amministrativa e del controllo civico, raccoglie e fornisce dati, liberamente disponibili, sull’attuazione sul territorio nazionale di vari progetti a finanziamento pubblico. All’incontro, oltre agli ospiti ufficiali, è invitato a partecipare chiunque sia interessato alla tematica specifica, oggetto del convegno, o a verificare di persona le potenzialità del monitoraggio civico realizzato anche da giovanissimi ricercatori. OpenCoesione è un progetto innovativo di didattica sperimentale rivolto alle scuole secondarie superiori di ogni tipo, che promuove principi di cittadinanza attiva e consapevole realizzando attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici attraverso l’impiego di innovative tecnologie di informazione, comunicazione e Data Journalism, lo sviluppo di competenze digitali e l’uso dei dati in formato aperto (Open Data). «L’anno scorso siamo risultati primi fra i team dell’Italia del Nord con una ricerca sulla realizzazione del Parco di Pontoncello», fanno sapere dalla scuola. «Quest’anno ci stiamo appunto occupando di studiare la recentissimamente realizzazione della "Ciclovia delle Risorgive". Il percorso, oltre che valorizzare un territorio del tutto particolare (la zona delle Risorgive, appunto) riveste un’importanza unica anche nell’ambito dei programmi nazionali di estensione della rete europea delle ciclovie turistiche». «Il nostro lavoro consiste nell’individuazione, nello studio e rendicontazione, del progetto e del suo sviluppo realizzativo e, oltre al convegno del 9 febbraio prossimo dovrà produrre anche una pubblicazione finale, accompagnata da supporti video e multimediali, alla conclusione della ricerca prevista per aprile», proseguono insegnanti e studenti coinvolti nel progetto. «Il team di studenti sta anche approntando un sito sul quale, una volta validati, verranno progressivamente raccolti e pubblicati i risultati intermedi e parziali e che conterrà, al termine del progetto di ricerca, tutta la documentazione raccolta e prodotta». Il convegno si apre alle 9 con la presentazione del progetto; dalle 10 alle 11 sono previsti gli interventi degli ospiti (è prevista la partecipazione dei rappresentanti delle varie amministrazioni comunali coinvolte, del Consorzio di Bonifica e di organismi ambientalisti tra cui Legambiente) a cui seguirà un coffee break prima di chiudere la giornata dedicata all’incontro. •

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1