CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

29.12.2017

Pronto ad aprire il palazzetto dello sport

Il nuovo palazzetto dello sport di via Monte Ortigara
Il nuovo palazzetto dello sport di via Monte Ortigara

Renzo Gastaldo Il nuovo palazzetto dello sport di via Monte Ortigara entrerà in funzione a gennaio. Lo ha comunicato in Consiglio comunale il sindaco Attilio Gastaldello nel corso dell’ ultima riunione del 2017. «Sono terminati i lavori di realizzazione della nuova struttura che si trova sul retro delle scuole elementari Cangrande», ha annunciato il sindaco, «qualcuno ha criticato la collocazione della palestra, ma ora si rivela provvidenziale in quanto a servizio degli edifici scolastici. Sarà un manufatto che andrà anche a vantaggio della popolazione sportiva lupatotina, che stava aspettando da tempo. A gennaio vedremo finalmente usare questa palestra da parte dei ragazzi sia delle scuole sia delle società sportive». Il sindaco ci ha tenuto a precisare che il palazzetto, come qualcuno ha scritto su facebook, «non era stato quasi completato dall’amministrazione Vantini, in quanto il contratto per la fase finale dei lavori è stato firmato il 21 luglio 2015, quindi dopo la caduta della passata giunta, a fronte di un progetto che era pronto nel 2011». Il tema era stato affrontato anche nella seduta del 18 dicembre per iniziativa della consigliera comunale di opposizione Anna Falavigna, che aveva chiesto lumi al sindaco sulla questione della gestione del nuovo palazzetto dello sport di via Monte Ortigara. «Doveva essere inaugurato già il 30 giugno, poi la data è slittata a causa dell’ultimazione dei lavori interni e per il completamento delle pratiche con promessa di entrata in funzione a settembre», ha detto Falavigna. «Ci chiediamo ora, in prossimità dell’entrata in attività, chi lo gestirà e con quali tariffe. Queste notizie devono essere fornire al Consiglio comunale per consentire un giudizio completo da parte dei consiglieri». La consigliera voleva in pratica sapere se il comune intendesse procedere con la gestione diretta del palazzetto o intendesse invece affidarla all’esterno. Il sindaco in quella occasione aveva rinviato le risposte alla seduta successiva, quella del 22 dicembre, motivando questa riservatezza con la necessità da parte dell’amministrazione di dare date certe. Gino Fiocco, capogruppo della componente civica di maggioranza, aveva aggiunto alcuni dettagli: «La gestione del palazzetto per i prossimi due anni sarà effettuata a cura del comune, ciò anche per beneficiare del recupero dell’Iva pagata; per quanto riguarda l’utilizzo, sarà rivolto alle associazioni sportive, ai bambini delle adiacenti elementari e ai ragazzi delle medie». Il sindaco, a integrazione di quanto anticipato dal consigliere Fiocco, ha fornito alcuni chiarimenti sulle tariffe relative ai costi orari che verranno richiesti alle società sportive per l’uso. «Abbiamo chiesto alla Consulta dello sport di formulare una serie di tariffe ed è stato raccolto il tariffario di tutta la provincia», ha spiegato Gastaldello, «trattandosi di un palazzetto nuovo e bello, i costi saranno un po’ più alti di quelli per le vecchie palestre, sulle cui strutture ci ripromettiamo di intervenire. Assicuriamo che le nuove tariffe saranno comunque molto basse». Giampaolo Aloisi, presidente della Consulta comunale per lo sport, aggiunge: «La nostra proposta alla giunta è stata quella che il Comune assicuri direttamente la gestione. In assenza di una quantificazione precisa delle spese collegate alla gestione, risulterebbe difficile lanciare un bando per la gestione del palazzetto. Faccio solo un esempio: l’impianto è dotato di un impianto di riscaldamento a pavimento per il cui funzionamento non si sa quali consumi di gas siano necessari». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1