CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.03.2018

Lupatotina Gas Vede la luce una nuova società

La sede della Lupatotina Gas: dal febbraio 2017 è entrata nel settore dell’energia elettrica
La sede della Lupatotina Gas: dal febbraio 2017 è entrata nel settore dell’energia elettrica

Controllata al 100 per cento dal comune di San Giovanni Lupatoto, Lupatotina Gas e Luce costituirà una nuova società per ampliare l’utenza negli altri comuni offrendo loro un’entrata nella newco. Lo ha comunicato in consiglio comunale il sindaco Attilio Gastaldello, delineando le linee direttrici gestionali alle quali la Lupatotina dovrà attenersi nel corrente anno. «Va sottolineata, tra gli obiettivi assegnati alla Lupatotina, l’indicazione di costituire una nuova società», ha detto il sindaco. «Questa iniziativa rientra nel generale piano di valorizzazione delle società partecipate dal Comune e mira all’allargamento territoriale mediante il coinvolgimento di altri comuni, partendo dai comuni limitrofi. Per evitare di dover trasferire le quote della Lupatotina ad altri comuni abbiamo accolto il suggerimento della governance di costituire una nuova società». Le domande sul futuro della Lupatotina e della newco sono state fatte dal consigliere di opposizione Massimo Giarola. «Sarebbe interessante conoscere il quadro dettagliato sulla nuova governance di questa società, sui conferimenti che si intendono effettuare in suo favore e se ci sono comuni che hanno manifestato interesse all’entrata». «Il tutto verrà esplicitato nella delibera di approvazione dello statuto della nuova società che passerà attraverso il Consiglio», ha risposto il sindaco. «In quella sede verrà esplicitato ogni particolare. Posso dire che vogliamo allargare la platea dei soci per fare sinergie e l’obiettivo è dare un servizio migliore ai cittadini, anche se in questo caso, trattandosi di società prettamente commerciale, l’utile diventa importante». «Non abbiamo messo limiti alle forme di collaborazione con atri enti tanto che la nuova società potrà acquistare gas per quantità dieci volte superiori all’attuale, usare le stesse procedure informatizzate attualmente impiegate, che sono molto costose, ed estendere il suo know how», ha aggiunto Gastaldello. «Credo che, se si chiede ai consiglieri di votare la costituzione della società, queste informazioni siano dovute per conoscere la direzione verso la quale si tende», ha ribattuto il consigliere Giarola. «Ad esempio, occorre sapere se ci sarà un amministratore unico o un consiglio di amministrazione». «Vincolare oggi con un indirizzo specifico la nuova società per dire che cosa farà la newco nel mettere in atto le nostre indicazioni è prematuro, dato che stiamo dando degli indirizzi per le finalità strategiche», è stata la risposta del sindaco. «Posso anticipare che inizialmente la società non dovrà avere spese e quindi la governance sarà costituita dal medesimo amministratore unico della controllante a costo zero. Non voglio entrare in dettagli di competenza della prossima deliberazione, anche in considerazione del settore in cui opererà la nuova società che ha una sua normativa specifica». «Difficile ottenere da questa amministrazione informazioni dettagliate su questo ed altri progetti e in questa difficoltà noi ci siamo già imbattute», ha aggiunto la consigliera civica di opposizione Anna Falavigna, astenuta in fase di voto. «Speriamo di avere questi chiarimenti in futuro». «Le informazioni richieste saranno fornite appena possibile ma credo che per i nostri progetti parlino più i fatti che le parole», ha risposto il sindaco. «Capisco le richieste dei consiglieri di approfondire e mi riprometto di far partecipare ai prossimi incontri, l’amministratore unico della Lupatotina». Non soddisfatto delle risposte ottenute e della mancanza di dettagli sul progetto, il consigliere Giarola in fase di voto si è astenuto. Con lui, altri cinque consiglieri di opposizione mentre gli 11 consiglieri di maggioranza hanno votato a favore del provvedimento. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1