Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
giovedì, 18 ottobre 2018

La spesa per il progetto arriva fino a 79mila euro

Il progetto approvato dal consiglio economico pastorale e illustrato dai due parroci don Mauro Bozzola e don Daniele Scandella prevede di utilizzare in modo diverso le zone rialzate poste sui lati e lungo le vetrate della chiesa. La parte a sinistra, delimitata con pareti in cartongesso, andrebbe ad ospitare la cappellina per le celebrazioni che ora si svolgono al sottopiano; la parte a destra verrebbe destinata alla zona penitenziale con i confessionali. Troverebbero riallocazione il tabernacolo e il battistero. L’ipotesi prevede lo spostamento del tabernacolo sotto alla grande croce che si trova dietro all’altare mentre il battistero troverebbe posto nell’attuale zona del tabernacolo. La statua del Cristo con l’agnello in spalla, secondo quanto è stato illustrato, andrebbe ricollocata nella zona di entrata della chiesa mentre la statua della Madonna verrebbe messa nell’attuale spazio occupato dal confessionale. Lo spazio tra l’altare e la sagrestia verrebbe occupato per ogni lato da una quinta semicircolare che parte dall’ultima colonna della chiesa e, con altezza progressiva, si avvicina alla base del crocefisso. La soluzione proposta per la cappellina se realizzata con una vetrata potrebbe comportare una spesa di circa 79mila euro mentre se venisse fatta in cartongesso potrebbe costare fra i 17 e 20mila euro. R.G.