CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.03.2018

Arriva il mercatino dell’ortofrutta a chilometri zero

Un mercatino di ortofrutta
Un mercatino di ortofrutta

Aprirà domani in via San Giovanni Bosco a Raldon il mercatino settimanale dei prodotti locali tanto atteso dalla frazione. Lo autorizza un provvedimento municipale che acconsente allo svolgimento dell’evento tutti i mercoledì, a partire dal 7 marzo e fino al 30 settembre. Il comune ha accolto in questo modo la proposta dell’associazione Fragolicoltori della pianura veronese, sottoscritta dal presidente (e fragolicoltore) Mario Scolari che intende avviare questa iniziativa di promozione dei prodotti locali. Saranno in vendita frutta e verdura delle campagne circostanti la frazione lupatotina e altri prodotti alimentari quali uova, pane, vino, miele, formaggi, salumi e carne. Grazie all’iniziativa dei Fragolicoltori verrà data una risposta, anche se parziale, alle ricorrenti lamentele della cittadinanza di Raldon che ha segnalato le difficoltà derivanti dalla assenza di un supermercatino nella frazione (dopo la chiusura di quello esistente in paese fino a circa un anno e mezzo fa). L’iniziativa del mercatino parte anche dalla Consulta di Raldon, l’organismo di partecipazione popolare legato alla realtà locale voluto lo scorso anno dall’amministrazione comunale, che l’ha fortemente sostenuta fin dal suo insediamento e che si propone diversi scopi al fine di migliorare i servizi per la frazione. «L’attivazione di questo mercatino che inizialmente dovrebbe cominciare a operare con una decina di banchetti, ha due principali obiettivi», dice Marco Zocca, presidente della consulta. «Il primo è quello di offrire un servizio alle famiglie di Raldon oggi costrette a fare i conti con l’assenza di un supermercato in loco, struttura per la cui apertura ci battiamo ma che non sarà facile da vedere aperta stante il numero dei possibili utenti. Il secondo obiettivo è quello di favorire la commercializzazione dei prodotti agricoli coltivati nel nostro comprensorio. Perché se è vero che Raldon è la capitale della fragola primaverile e autunnale, forse non tutti sanno che nelle nostre campagne vengono coltivate praticamente tutte le specie di frutta e verdura e il mercatino deve essere un ulteriore strumento per farle conoscere». «Il mercatino vuole essere una risposta rispetto all’assenza del supermercato a Raldon, ma nelle intenzioni dell’amministrazione comunale non sarà sostitutivo del mercato settimanale che si intende attivare nella frazione», precisa Fabrizio Zerman, assessore comunale al commercio. «La macchina comunale sta infatti lavorando alla stesura del piano mercatale dell’intero territorio comunale che prevede per Raldon un mercato ambulante settimanale. Questo appuntamento settimanale non si terrà in via don Bosco, dove è stato posizionato il mercatino sperimentale, ma nella centrale piazza De Gasperi. Ciò, d’intesa con la consulta, al fine di offrire una occasione di rivitalizzazione della piazza della frazione». Sempre sui social lupatotini compare infatti spesso la lagnanza del progressivo abbandono di Raldon da parte delle attività commerciali e dei negozi e il sollecito al comune ad intervenire per contrastare, per quanto possibile, questo fenomeno. In occasione dello svolgimento del mercatino, la polizia municipale ha emanato un’ordinanza con la quale è vietata, dalle 7 alle 14, la sosta ed il transito a tutti i veicoli a partire dalla metà del parcheggio di sinistra di via San Giovanni Bosco antistante le scuole medie De Gasperi, ad degli espositori. Il presidente della consulta Zocca ricorda che ogni secondo e quarto sabato del mese, dalle 10 alle 12, negli ex uffici comunali di via Croce 2, sono presenti alcuni componenti della consulta stessa a disposizione dei residenti della frazione di Raldon, per ascoltare segnalazioni e suggerimenti che gli stessi cittadini intendono proporre. •

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1